Inter, lo staff di Conte: "Lavoriamo murati ad Appiano"

Conte ha rilasciato un'intervista in cui spiega le regole per i suoi calciatori nel sesso: "Rapporto breve, preferibilmente con le proprie mogli".
Conte ha rilasciato un'intervista in cui spiega le regole per i suoi calciatori nel sesso: "Rapporto breve, preferibilmente con le proprie mogli".

Lavoro e ancora lavoro. Antonio Conte batte su un unico tasto nella sua carriera professionistica da allenatore: gli obiettivi e i miglioramenti si raggiungono col lavoro. Non solo dei giocatori, ma anche dei suoi collaboratori.


La 'Gazzetta dello Sport' ha intervistato lo staff tecnico dell'allenatore salentino, che ha raccontato il Conte della settimana di lavoro ad Appiano, dove i collaboratori del tecnico vivono la maggior parte del loro tempo.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Siamo murati ad Appiano. Antonio è perfezionista ed esigente sul lavoro, lo è ovviamente anche con noi".

Uno staff di collaboratori che trascorre le giornate anche a guardare partite, per trovare i nuovi acquisti migliori possibili per la squadra. Uno staff che viene però considerato a non soltanto a livello di consigli, ma attivamente con le decisioni.

"Pretende di vederci sempre coinvolti e abbiamo l’obbligo di proporre le soluzioni ai problemi, non solo di presentarli. Qui siamo tutti allenatori, poi lui avalla ciò che pensiamo oppure corregge".

La chiave, come sempre, è il lavoro: l'elemento da cui Conte non prescinde, come testimonia anche davanti alle telecamere ogni giorni. E che i giocatori si portano anche quando vanno in nazionale, per mantenere la preparazione atletica, come spiega Costantino Coratti, preparatore atletico.

"A tutti i ragazzi che vanno in nazionale diamo dei lavori specifici che devono svolgere, a prescindere dalle sedute decise dai vari ct. E’ l’unica via per evitare di perdere giorni fondamentali per i nostri programmi".

Potrebbe interessarti anche...