Inter, Lukaku va ko: per il Parma si scalda Pinamonti, Conte studia tre ipotesi per il Real Madrid

Luca Fazzini
·1 minuto per la lettura

Ansia Inter. Perché la notizia dell'infortunio di Romelu Lukaku non può lasciare tranquillo Antonio Conte. Il belga è bomber, faro, punto di riferimento dell'Inter, di cui è (ovviamente) il miglior marcatore stagionale con 7 gol in altrettante presenze. Un breve comunicato ha fatto scattare l'allarme in casa nerazzurra: la diagnosi parla di risentimento muscolare agli adduttori della coscia sinistra accusato nella sfida di martedì a Kiev contro lo Shakhtar Donetsk.

PINAMONTI PER IL PARMA - Niente Parma, dunque, per Big Rom. L'alternativa si chiama Andrea Pinamonti, che già a Genova e Kiev aveva giocato spezzoni di partita, mettendo una toppa all'assenza di Sanchez. Già, Sanchez, ko dallo scorso 8 ottobre a causa di un problema accusato in Nazionale. Il Niño Maravilla sta tornando, in questi giorni ha ripreso ad allenarsi con il gruppo: da capire se tornerà per domenica o si rivedrà mercoledì a Madrid.

LE IPOTESI PER LA CHAMPIONS - Madrid, appunto. Il ko di Lukaku si ripercuote anche sulla sfida di Champions, dove difficilmente Conte punterà su Pinamonti dal 1'. Il tecnico salentino, dunque, studia le varie alternative: la prima, come detto, porta a Sanchez, qualora il cileno sia in salute. La seconda riguarda Perisic, che già a Kiev ha giocato qualche minuto da seconda punta. La terza, più complicata ma da non scartare, è l'inserimento di Eriksen a supporto di Lautaro. Soluzioni d'emergenza per un'Inter che non vede l'ora di riabbracciare Lukaku, il suo punto di riferimento, anche e soprattutto in quest'avvio di stagione.