Inter, mani su Hakimi: dal progetto di Suning alla trattativa con il Real Madrid, i retroscena dell'affare

Stefano Bertocchi
90min

L'Inter, a sorpresa, mette le mani su Achraf Hakimi, esterno marocchino di proprietà del Real Madrid ma nelle ultime due stagioni in prestito al Borussia Dortmund. Proprio con la maglia dei gialloneri, l'affermato classe '98 ha giustiziato la squadra di Antonio Conte (che quella sera si innamorò di lui) con una doppietta che ha virtualmente sbattuto i nerazzurri fuori dalla Champions League. Ma ora potrebbe farsi perdonare.


Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio
FBL-GER-BUNDESLIGA-DORTMUND-MAINZ
FBL-GER-BUNDESLIGA-DORTMUND-MAINZ

Come conferma La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, Hakimi ha detto no alle proposte di Bayern Monaco e Manchester City perché intrigato dal progetto della famiglia Zhang e adesso la dirigenza nerazzurra deve definire i dettagli della trattativa con il club spagnolo: Achraf ha una quotazione di almeno 40-45 milioni bonus compresi e l’Inter è intenzionata a prenderlo a titolo definitivo proponendogli un contratto da 5 milioni con i bonus a stagione e di possibile accordo sino al 2025.


Secondo la rosea, Hakimi era da almeno due anni era nei radar interisti. E adesso l’incastro giusto sembra davvero realizzabile, specie dopo che il Bvb l'ha rimpiazzato con l'arrivo a parametro zero di Meunier dal Psg, ufficializzato due giorni fa dal club tedesco, dopo che Zidane ha confermato al ragazzo di vedere come titolare l'insostituibile Carvajal. Oggi pomeriggio Hakimi giocherà l’ultima partita di Bundesliga al Signal Iduna Park contro l’Hoffenheim: l'Inter lo aspetta.


Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A!


Potrebbe interessarti anche...