Inter, Marotta: 'Conte? Felice sia così esigente. Se siamo sulla stessa barca? Non vedo un mare in tempesta'

·1 minuto per la lettura

A margine della sfida di Champions contro il Borussia Moenchengladbach, l'amministratore delegato dell'Inter, Beppe Marotta, presenta il match ai microfoni di Sky e si schiera accanto al proprio allenatore, Antonio Conte.

Ha ragione Conte quando dice che la Serie A è meno enjoy? “Sono d’accordo, in Italia non esistono partite scontate e anche in provincia si fatica per portare a casa tre punti. C’è grande equilibrio da questo punto di vista”.

Non è stata una notte tranquilla con i tifosi che si sono presentati sotto l'albergo. “Questi episodi ci riportano indietro a un calcio diverso. Ma dobbiamo conviverci con queste cose, che ci devono caricare e non scaricare”.

C'è ritrovata armonia con Conte? “C’è sempre stata armonia. Lui è molto esigente ma vogliamo sia così e siamo felici di Conte. Vogliamo essere protagonisti insieme e queste dinamiche fanno parte della nostra attività lavorativa”

Lo Shakhtar sta battendo il Real, peggiora la vostra situazione? “Improvvisamente il nostro è diventato il girone più equilibrato. Facevamo due conti e se lo Shakhtar finisse con una vittoria dovremo fare 6 punti per forza. L'ultima giornata diventa decisiva sia per passare il gironi che per qualificarsi in Europa League”.

È sulla stessa barca di Conte? “Dobbiamo salire sulla stessa barca quando il mare è in tempesta e oggi non lo è, ci tengo a sottolinearlo. Ma siamo comunque sempre pronti alle difficoltà e questo fa parte delle virtù di un buon marinaio, di un buon comandante di una barca. Siamo tutti uniti da questo punto di vista”.