Inter, Marotta e i colpi a zero: Mkhitaryan aspettando Dybala. Paratici lo 'copia' e prende Perisic

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Dove ci sono giocatori a parametro zero, c'è sempre o quasi anche Giuseppe Marotta. La storia tra i giocatori in scadenza di contratto e l'attuale amministratore delegato dell'Inter è partita da lontano, già dai primi anni alla Juventus (Andrea Pirlo, Paul Pogba, Dani Alves) solo per ricordarne alcuni, ed è proseguita coerentemente anche quando si è trasferito a Milano. Dopo che l'estate scorsa era arrivato a zero Hakan Çalhanoğlu, che non aveva accettato la proposta del Milan, adesso i nerazzurri sono vicini ad un altro "sgarbo", questa volta alla Roma. Henrikh Mkhitaryan è infatti ormai ad un passo dal diventare un nuovo giocatore dell'Inter accettando il biennale da 3 milioni di euro più bonus proposto dalla dirigenza. L'armeno non è stato il primo acquisto di questo tipo e non sarà probabilmente neanche l'ultimo di questo mercato.

AVANTI IL PROSSIMO - L'Inter si era già assicurata - ovviamente a parametro zero - Andrè Onana, che arriverà dall'Ajax e si contenderà la porta con Samir Handanovic, il cui rinnovo per un'altra stagione è ormai solo una formalità. Marotta però non vuole fermarsi al camerunense e a Mkhitaryan e ha in mente di aggiungere alla lunga lista dei colpi a zero un altro tassello, il più importante, ovvero Paulo Dybala. I contatti e colloqui con l'ormai ex numero 10 della Juventus sono continui. Ancora nessun accordo definitivo è stato trovato ma l'Inter rimane fiduciosa sulla riuscita della trattativa. In particolare, la speranza di Marotta è quella di riuscire a cedere in tempi brevi - anche senza ricevere un compenso - sia Arturo Vidal che Alexis Sanchez, in modo da alleggerire il monte ingaggi e poter concretizzare la trattativa per la 'Joya'. Sarebbe l'ennesima opportunità di mercato che l'AD dell'Inter coglierebbe, forse la più bella per lui, che Dybala lo acquistò già quando era alla Juve per 40 milioni di euro dal Palermo e ora potrebbe riabbracciarlo.

ANCHE TANTI 'ADDII' A ZERO - Non solo giocatori che arrivano a scadenza di contratto ma anche alcuni che partono. "Chi di spada ferisce, di spada perisce", mai come in questo caso il detto si può legare all'Inter e soprattutto a Marotta. Almeno per quanto riguarda Ivan Perisic, che nonostante il tentativo della società nerazzurra - la quale aveva proposto un biennale da 5 milioni di euro più bonus - non rinnoverà il contratto in scadenza a giugno e si trasferirà al Tottenham di Antonio Conte. E forse non è un caso che a 'sottrarre' il croato sia Fabio Paratici, attuale direttore sportivo degli Spurs che con Marotta ha lavorato per tanti anni alla Juventus e da cui ha imparato l'arte degli acquisti a zero. L'addio dell'esterno è il più doloroso ma non l'unico. Hanno infatti già salutato l'Inter Andrea Ranocchia, Matias Vecino e Aleksandar Kolarov, tutti e tre ormai fuori dal progetto e lasciati partire consensualmente a zero.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli