Inter, Marotta: 'Mercato difficile, brava la proprietà a trattenere Skriniar. Il derby ci porta indietro nel tempo'

A margine della partita di campionato contro il Milan, l'amministratore delegato dell'Inter, Beppe Marotta, ha parlato ai microfoni di Dazn.

Il derby vale sempre di più, ma considerando il calendario fitto e la sfida al Bayern tra qualche giorno, che importanza si può dare a questa partita? “È molto importante, quando si gioca un derby non bisogna mai guardare la posizione in classifica ma il contesto, la gente presente allo stadio e quindi emozioni e motivazioni. È in un contesto fitto di impegni ma i grandi club sono abituati e noi li affrontiamo come sempre”.

Il mercato si è chiuso con l’arrivo di Acerbi, come voleva Inzaghi. Cosa pensa la proprietà? “È stato un mercato molto difficile, dovevamo dare sostegno e sostenibilità all’azienda, mantenendo competitiva la squadra. Il grosso lo abbiamo fatto trattenendo calciatori importanti ed è stata importante la proprietà nel respingere l’offerta per Skriniar. Poi sono stati bravi Ausilio e Baccin nelle altre ore

Quali sono le ambizioni dell’Inter? “Le ambizioni sono tante, parliamo di Inter, una società importante con tanti trofei nel palmares. Siamo obbligati a perseguire questa strada e quello di oggi è un impegno importante, che ci porta anche un po’ indietro a un calcio romantico che sta sparendo. Ma il derby ha sempre un sapore un po’ suo e noi dobbiamo onorarlo”.