Inter, minacce con proiettile a Conte

Antonio Conte (AP Photo/Martin Meissner)
Antonio Conte (AP Photo/Martin Meissner)

Una lettera anonima diretta ad Antonio Conte e contenente minacce e un proiettile è stata recapitata in viale della Liberazione, sede dell'Inter. La società nerazzurra ha provveduto a informare le forze dell'ordine e presentare una denuncia contro ignoti. E mentre sull'episodio indagano le autorità competenti, pattuglie di polizia e carabinieri perlustreranno nei propri giri di ronda l'abitazione dell'allenatore e la sede stessa della società sportiva.

LEGGI ANCHE: Da Leclerc a Sensi, le sexy fidanzate degli sportivi al top

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

VIDEO - L'Inter è in(Conte)nibile, i record dopo 12 giornate

Tecnicamente si parla di quella che viene definita vigilanza di primo livello, il più basso di tutela per una personalità pubblica. L'ipotesi più probabile resta quella dell'azione di un mitomane. Il materiale verrà sottoposto a tutte le analisi scientifiche e a tutti i possibili accertamenti per cercare di dare un'identità all'"anonimo".

LEGGI ANCHE: Furti e rapine: i calciatori che ci sono passati

In mattinata la moglie di Antonio Conte ha smentito attraverso i social la versione secondo cui la lettera fosse stata inviata a casa del tecnico. "Per la cronaca, la storia del proiettile è una bufala", ha scritto su Facebook Elisabetta Muscarello. "E comunque in Italia siamo messi proprio male sulla comunicazione... per la serie: mi alzo, invento e scrivo! Senza pensare mai alle conseguenze!", si legge ancora nel post della signora Conte.

Successivamente è arrivata la nota ufficiale dell'Inter, in cui si precisa l'allenatore "non ha ricevuto personalmente alcuna lettera minatoria". "E' stato il club a ricevere una lettera e, come da prassi in questo genere di situazioni, ha provveduto a rivolgersi alle autorità competenti", la precisazione della società nerazzurra.

VIDEO - Olivier Giroud, i numeri che piacciono a Conte

Potrebbe interessarti anche...