Inter: né Brozovic, né Lautaro, i rinnovi più importanti sono in società

·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Beppe Marotta, Piero Ausilio, Dario Baccin e Roberto Samaden. La squadra dirigenziale e mercato dell'Inter è stata una delle migliori in questa sessione estiva di calciomercato, promossa a pieni voti per l'abilità nell'agire fra mille difficoltà societarie e, soprattutto, in grado di reagire ad eventi imprevisti come la cessione di Romelu Lukaku che, inevitabilmente, ha cambiato idee, piani e progetti. Tutti stanno lavorando al futuro del club fra prima squadra e settore giovanile, ma per tutti e quattro la priorità dell'Inter e del presidente Zhang dovrà essere inevitabilmente il rinnovo.

UNA PROMESSA DALLA CINA - A partire dall'ad Marotta, passando per i ds Ausilio e Baccin, ma anche per il respondabile delle giovanili Samaden, sono tutti in scadenza di contratto al termine della stagione, il 30 giugno 2022. E se il rinnovo di Lautaro è cosa fatta e se i prossimi prolungamenti dovrebbero riguardare Brozovic e Barella, la priorità del presidente Zhang oggi dovrà essere quella di blindare il suo staff dirigenziale. La promessa, prima del ritorno in Cina a fine giugno, di un adeguamento e di un prolungamento è stata fatta a tutti e 4. Se l'estate nerazzurra è andata avanti senza troppi intoppi è merito dei suoi dirigenti. Zhang lo sa, perderli sarebbe la peggior mossa strategica possibile.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli