Inter-Nandez, Giulini apre al prestito ma vuole operazione alla Tonali. Marotta prende tempo

·2 minuto per la lettura

Marotta ha confermato a suo modo: l’Inter segue con grande considerazione Nahitan Nandez, ma non sarà semplice trovare l’intesa col Cagliari, nonostante il calciatore sembri ormai proiettato altrove con la testa, magari proprio a Milano, meta che già aveva sognato quando ancora vestiva la casacca del Boca, e in Argentina arrivavano forti spifferi sulle attenzioni dell’Inter. La situazione la conosciamo tutti, da viale della Liberazione cercano occasioni di mercato che consentano a Zhang di far quadrare i conti e ciò che filtra è che l’Inter, per Nandez, non sia disposta ad andare oltre un prestito con diritto. Sia perché non è uno specifico del ruolo (se arrivasse andrebbe a sostituire Hakimi a destra), sia perché a Milano non hanno mai pensato a lui come Piano A da perseguire. E allora, se Nandez sarà, l’uruguaiano dovrà presentarsi come una buona occasione di mercato. Un rischio calcolato.

OPERAZIONE ALLA TONALI - Da Cagliari la pensano diversamente, per i sardi Nandez è un pezzo da novanta e Giulini non intende concedere regali di tale portata, anche se pare disposto a muovere un passo verso l’Inter. In che modo? Conducendo un’operazione molto simile a quella tra Brescia e Milan per Sandro Tonali. Sì al prestito, anche senza obbligo di riscatto, ma a patto che il prestito sia oneroso e che faccia incassare ai rossoblù una decina di milioni. Cifra che i nerazzurri non hanno intenzione di corrispondere e per questo ieri Marotta è stato chiaro quando ha spiegato: “Stiamo facendo valutazioni interne, non prevedo una trattativa rapida e veloce”. Tra le parti c’è distanza, si capirà come e se colmarla, magari anche inserendo qualche contropartita gradita, ma l’offerta di 3 milioni del Cagliari per Satriano è già stata rispedita al mittente perché ritenuta troppo bassa e i nerazzurri non vogliono cedere l’uruguaiano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli