Inter preoccupata dal focolaio, non si escludono nuovi casi di Covid: gruppo in allarme

Stefano Bertocchi
·1 minuto per la lettura

In casa Inter torna con prepotenza l'incubo Covid-19. Dopo i quattro casi che tengono ai box D'Ambrosio, Handanovic, De Vrij e Vecino e il rinvio della sfida di sabato contro il Sassuolo, il timore è che l'emergenza non sia finita e che nelle prossime ore possano spuntare nuove positività.

Stefan de Vrij | Jonathan Moscrop/Getty Images
Stefan de Vrij | Jonathan Moscrop/Getty Images

Come aggiorna il Corriere dello Sport oggi in edicola, nella giornata di ieri altri tamponi non escludevano la positività e siccome il gruppo squadra ieri è stato sottoposto a un nuovo "giro", non va escluso che nella giornata di oggi saltino fuori altre brutte sorprese per Antonio Conte, preoccupato anche per una condizione fisica non ottimale che può condizionare i suoi giocatori al rientro dalla sosta. "Anche nella più ottimistica delle ipotesi, difficilmente scenderà in campo al Dall'Ara una squadra nelle stesse condizioni di domenica scorsa a Torino" ipotizza il quotidiano in vista di Bologna-Inter del 3 aprile.

Il giornale romano rende poi noto come ieri i calciatori per ora non contagiati erano "ancora più preoccupati rispetto al giorno prima" perché hanno avuto la certezza che è stato il viaggio in pullman di sabato da Milano a Torino, con D'Ambrosio che si era positivizzato dopo il tampone negativo di venerdì, ad accendere il contagio nel gruppo nerazzurro.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.