Inter, primo giorno per Inzaghi: da Salcedo a Esposito, ecco chi può restare

·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Primo giorno da interista per Simone Inzaghi. Dopo un'intera carriera alla Lazio, tra settore giovanile e prima squadra, il 45enne allenatore di Piacenza è pronto a iniziare una nuova avventura, questa volta a tinte nerazzurre. Oggi sbarca a Milano, in giornata sono previste una serie di riunioni per programmare le prossime settimane e in serata tutti a cena con il resto dello staff per vedere insieme Italia-Spagna. Domani, dopo la presentazione ufficiale alle 13 a San Siro, assieme a Marotta, si sposterà alla Pinetina, dove rimarrà a dormire con tutto il suo staff in modo da poter accogliere, giovedì, i nerazzurri convocati per il ritiro.

GIOVANI - Inzaghi non vede l'ora di iniziare, chi lo vive da vicino racconta di un entusiasmo contagioso. Tra i tanti temi che dovrà affrontare con il club c'è quello relativo ai giovani rientrati dai prestiti: su nessuno è stata messa un X preventiva, tutti verranno valutati nelle prossime settimane. Tra i giocatori che potrebbero restare a disposizione in vista della prossima stagione ci sono Agoumé e Salcedo, di ritorno da Spezia e Verona, potrebbero invece partire Esposito (piace al Sassuolo), ​Vanheusden (riacquistato dallo Standard Liegi, ma chiuso dai rinnovi di Kolarov, Ranocchia e D'Ambrosio) e Brazao, mentre giocherà quasi sicuramente con un'altra maglia il giovane Pirola, lanciato in prima squadra da Conte, per il quale il Monza è vicino alla riconferma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli