Inter, quanto vale l'attacco? È il più prolifico del campionato, ma in estate sarà rivoluzionato

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Miglior difesa del campionato e miglior attacco eppure l'Inter non è padrona del proprio destino nella lotta per lo scudetto. Se però sulla fase difensiva, forse poco si può andare a contestare a questa squadra al netto di periodi di appannamento e di errori ed inciampi clamorosi, il discorso è diverso per l'attacco che è sì il più prolifico, ma il cui divario per rendimento da secondo e terzo posto (Lazio e Napoli) avrebbe potuto essere decisamente più ampio con tanti ragionamenti che dovranno essere fatti in estate in particolare sulle 4 punte presenti in rosa.

QUANTO VALE DAVVERO L'ATTACCO - Quattro giocatori di alto livello, con un totale di 38 gol segnati sui 71 complessivi. Non tantissimi, eccezion fatta per Lautaro Martinez che è a quota 17 gol all'attivo, mentre sono fermi a 13 Dzeko e a 4 sia Correa che Sanchez. Rispetto ai tiri tentati (Lautaro 96, Dzeko 83, Sanchez 31 e Correa 27) nessuno dei 4 giocatori riesce ad avere una "Conversion rate" superiore al 18% (Lautaro il migliore con 17,7, Sanchez il peggiore con 12,9) e rimanendo fuori dalla top 20 degli attaccanti di Serie A. Il dato che peràò deve fare riflettere è il numero delle cosiddette "Big Chances fallite", le occasioni da gol favorevoli non trasformate poi effettivamente in gol. Lautaro è leader assoluto in Serie A con 18 gol, Dzeko è al 4° posto con 14 e Correa si ferma a 4, ma con la % di tiri tentati minore agli altri due.

SARA' RIVOLUZIONATO - L'Inter parte anche da questi dati per guardare al suo futuro e in vista della prossima estate sta riflettendo proprio su una mini-rivoluzione nel reparto. Accanto a Dzeko dovrà essere inserito un 9 puro, giovane e di prospettiva e non è un caso che il nome di Scamacca resta in pole position. Lautaro Martinez potrebbe essere sacrificato in caso di grandissima offerta con Paulo Dybala che resta il sogno al suo posto, mentre con Sanchez si sta ragionando sulla possibilità di rescindere, utilizzando se necessario la clausola da 4 milioni presente nel contratto. Infine c'è Correa, che oggi è incedibile non tanto per il suo rendimento, quanto per i 31 milioni di euro investiti per acquistarlo dalla Lazio. Tante possibilità, poche certezze. L'attacco dell'Inter vale tanto, ma non è intoccabile.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli