Inter, questa Roma è la peggior avversaria possibile: l'ex Mou ha fatto la rivoluzione, e ora prepara lo scherzo

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Ricordate quella Roma che a dicembre ha preso tre gol dall'Inter di Simone Inzaghi? Ecco, dimenticatela. Perché dopo aver subito cinque gol tra campionato e Coppa Italia dai nerazzurri, la squadra di Mourinho non ha sbagliato più nulla. Il portoghese ha preso le misure mettendo in fila una serie di 9 risultati senza sconfitta in campionato: cinque vittorie e quattro pareggi che hanno fatto volare la Roma al quinto posto, davanti alla Lazio e a -5 dalla zona Champions. Già, la Champions. Quella Champions che nel 2010 Mou ha alzato al cielo sulla panchina dell'Inter.

TRASFORMAZIONE - Vecchi ricordi di un allenatore che rimarrà per sempre nel cuore dei nerazzurri. Ora però lo Special One prepara lo scherzo alla sua ex squadra in quel San Siro che già l'ha applaudito nella gara di Coppa Italia. E l'Inter, in questo momento, non poteva incontrare avversario peggiore. Quella Roma confusa e insicura di quattro mesi fa si è trasformata in una squadra che accelera e verticalizza, fa possesso palla ed è consapevole della sua forza. I tre gol presi in meno di quaranta minuti all'andata sono solo un vecchio ricordo. Oggi lì dietro non si passa: tre reti subite nelle ultime sette partite di campionato, quattro clean sheet e un Chris Smalling formato invincibile.

I PROTAGONISTI - L'uomo copertina della squadra di Mou è Tammy Abraham, pericolo numero uno dei nerazzurri e al quarto posto nella classifica marcatori con 15 gol. Gli stessi di Lautaro. Abraham ma non solo però, perché in mezzo al campo la Roma ha un Sergio Oliveira in più e sulla fascia ha scoperto Nicola Zalewski, gioiellino classe 2002 che l'allenatore sta lanciando in tutti i big match. L'Inter è avvisata, la corsa scudetto passa anche dalla gara contro l'ex Mourinho. E stavolta non sarà facile.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli