Inter, retroscena Lukaku: l'ok da Forte dei Marmi. Adesso si lavora per lo sbarco a Milano

Al riparo da occhi indiscreti e con il sottofondo di un mare placido. Una delle giornate più importanti del calciomercato estivo si è svolta lontano dal lusso degli alberghi milanesi, nell’accogliente Forte dei Marmi, dov’erano presenti sia Zhang che Ausilio. I “Blues”, come noto già da qualche giorno, hanno aperto al prestito di Lukaku e da quel momento i dialoghi tra le parti sono sempre stati sereni. Diplomatico e garbato il lavoro portato avanti dall’avvocato Ledure, che a riguardo, nonostante le difficoltà presentate da una trattativa complessa come questa, non ha mai mostrato il minimo indugio. Nessun alone di pessimismo, solo soluzioni ai problemi, che alla fine gli hanno fatto ottenere il via libera del Chelsea.

RITOCCO ALLA PROPOSTA - Nessuna rilancio, patti chiari fin dall’inizio. O quasi. Perché in effetti la prima offerta inviata da Ausilio è stata quella da 5 milioni di euro, rifiutata dal Chelsea. A quel punto i nerazzurri hanno giocato a carte scoperte e comunicato di poter investire una cifra massima tra gli 8 e i 10 milioni di euro. I blues hanno accettato chiedendo solo un piccolo sforzo ulteriore sui bonus e a quel punto Zhang ha dovuto correggere ulteriormente la proposta. Il summit di Forte dei Marmi si è concluso con sorrisi incoraggianti, il resto accadrà nei prossimi giorni.

L'ATTESA - Intanto domani la dirigenza è nuovamente attesa a Milano, mentre l’arrivo di Lukaku, dovrebbe slittare nei giorni conclusivi della settimana. C’è da sistemare qualche dettaglio e da organizzare la questione anche sul piano della sicurezza. A sbarcare a Milano tra martedì e mercoledì sarà invece Mkhtaryan, atteso dalle rituali visite mediche a Rozzano. Per Lukaku bisognerà attendere ancora un po’, ma l’impossibile di qualche mese fa è sempre più vicino nel trasformarsi in realtà certificata. Lukaku e l’Inter sono a un passo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli