Inter-Sampdoria: chiesto l'anticipo alle ore 15 per motivi di ordine pubblico

·1 minuto per la lettura

Conto alla rovescia per lo scudetto dell'Inter: ormai è soltanto una questione di tempo. I nerazzurri possono laurearsi campione d'Italia per la 19esima volta nella loro storia già domenica, se l'Atalanta non dovesse uscire con i tre punti dal campo del Sassuolo e se domani la squadra di Conte espugnasse Crotone. Altrimenti tutto sarà rinviato a sabato 8 maggio, quando a San Siro arriva la Sampdoria di Ranieri (calcio d'inizio alle ore 18).

In tal caso la gara potrebbe essere anticipata alle ore 15 per motivi di ordine pubblico. Come si legge sul Corriere della Sera, nelle riunioni dei vertici delle forze dell'ordine è già stata avanzata questa richiesta all'Inter, alla quale spetta la decisione previa concessione finale della Lega Serie A: comunque non sono previsti rifiuti.

La mossa vuole evitare lo sconfinamento del coprifuoco serale di migliaia di persone a spasso per la zona dello stadio come in piazza Duomo, tradizionale punto di ritrovo e convergenza del tripudio. Da un lato vi sono ragioni di tutela delle norme contro gli assembramenti; dall’altro, entrando per appunto in una fascia temporale passibile di sanzioni, le forze dell'ordine potrebbero trovarsi di fronte sia la difficile conduzione della piazza, sia l'obbligo di intervenire con le multe: uno scenario per forza complicato nonché foriero di criticità. L'auspicio è quello di contenere l'esuberanza dei tifosi entro una certa ora.