Inter, senza Lukaku soluzione Dzeko: il più adatto al calcio di Inzaghi. Ma il 3-0 nel derby e la suggestione Correa...

La domenica non è andata in modo differente dal sabato, dal venerdì e dal giovedì. Il fine settimana dell'Inter è stato assolutamente da dimenticare: prima il sorteggio da incubo in Champions League, con gli spauracchi Bayern Monaco e Barcellona, poi il pesante tris subito all'Olimpico da parte della Lazio di Maurizio Sarri, infine la tegola Lukaku.

NIENTE MILAN, BAYERN A FORTE RISCHIO - La notizia del giorno è infatti pessima per Simone Inzaghi: il belga si è fermato nel corso dell'allenamento, accusando un risentimento muscolare che lo terrà sicuramente fuori dalla sfida di mercoledì contro la Cremonese e molto probabilmente anche nel derby di sabato alle 18, contro il Milan, mettendo a rischio la sua presenza pure per il debutto in Champions League, martedì a San Siro contro il Bayern Monaco.

IL LUKAKU DI CONTE E IL LUKAKU DI INZAGHI - Urgono contromisure. Detto che il Lukaku visto finora è lontano parente di quello decisivo e trascinante ammirato con Antonio Conte, sia per il ritardo di condizione fisica di un calciatore così pesante ma anche per lo stile di gioco di Inzaghi, nettamente differente rispetto a quello dell'attuale tecnico degli Spurs, che difendeva basso, anche nelle sfide contro le cosiddette piccole, per poi ripartire e consentire alla punta di scatenare il suo strapotere fisico nelle transizioni: in questo modo l'Inter vinse 3-0 il derby nell'anno dello scudetto. Inzaghi invece predilige una punta tecnica che giochi con i compagni e favorisca i loro inserimenti.

IL DUBBIO DZEKO-CORREA: SOLUZIONE O SUGGESTIONE? - Per questo motivo non è da sottovalutare l'impiego di Edin Dzeko al suo posto, il più adatto a portare avanti questo tipo di gioco e il vero vice di Lukaku, anche in questi primi impegni stagionali. La principale soluzione rimane il bosniaco, il più consono al calcio di Inzaghi. Occhio però alla possibile sorpresa Correa: il Tucu ha fatto coppia con Lautaro nel derby di Coppa Italia vinto 3-0, forse il migliore giocato dall'Inter negli ultimi anni per mole di gioco prodotta e occasioni create. Il duo di argentini è in grado di non dare riferimenti alle difese avversarie e ha messo seriamente in crisi Kalulu e Tomori. La suggestione che porta all'ex Lazio non è per questo assolutamente da sottovalutare. Mancano sei giorni, ma ad Appiano si ragiona già in ottica Milan.

@AleDigio89