Inter, settimana decisiva per il prestito da 270 milioni: Bain Capital Credit in pole, addio Lion Rock

·1 minuto per la lettura

Sul campo è arrivata un'altra discreta fetta di scudetto. Che, a dieci anni di distanza, potrebbe arrivare già alla prossima giornata. Ma anche fuori dal campo quello appena trascorso è stato un week-end importante per l'Inter: come riporta Il Sole 24 Ore, infatti, gli uomini di Goldman Sachs e gli avvocati londinesi di Dla Piper hanno mantenuto fitti contatti con alcuni investitori finanziari. L'obiettivo è ottenere un maxi-prestito che potrebbe toccare la cifra di 270 milioni di euro.

BAIN IN POLE - Tre i gruppi in trattativa: in pole c'è Bain Capital Credit, al lavoro per sistemare gli ultimi tasselli della complessa architettura finanziaria. In alternativa spazio a Fortress e Oaktree: i primi due soggetti disposti a concedere 250 milioni di finanziamento, il terzo punta invece a 150 milioni con un coinvolgimento anche nel rifinanziamento del bond dell'Inter. La società americana, infatti, è uno dei soggetti più esposti sulle obbligazioni da 375 milioni emesse dal club con scadenza 2022.

ADDIO LION ROCK - Una volta arrivato il prestito, che sarà concesso alla Great Horizon Sarl, holding lussemburghese di Suning, Zhang darà le azioni del club in pegno. Tramite un aumento di capitale, Great Horizon girerebbe i soldi all'Inter. Nell'operazione uscirebbe di scena LionRock, ad oggi proprietaria del 30,5% del capitale: Suning, dunque, prenderebbe il controllo del 100% dell'Inter, con la possibilità, in una seconda fase, di cedere a un investitore Usa. Una settimana decisiva: anche perché, tra giovedì e venerdì, tornerà in Italia Steven Zhang. Si decide il futuro dell'Inter...