Inter: "Siamo un po' stanchi. La classifica non preoccupa"

Adx
·1 minuto per la lettura

Roma, 7 nov. (askanews) - "Siamo alla settima partita in 20 giorni, c'è stanchezza come per tutti. Ma allo stesso tempo c'è voglia di fare una buona partita, cercando di gestire nei 90 minuti, capire chi è più o meno stanco". Vigilia di Atalanta-Inter per Antonio Conte. "Affrontarli - continua - non è mai semplice, hanno un bravissimo allenatore, negli anni hanno acquisito credibilità, sul campo attuano una pressione costante sul portatore di palla. Dovremo fare una gran gara per uscire indenni". E per migliorare la classifica: "E perché dovrei essere preoccupato per la classifica? Noi dobbiamo fare il nostro percorso, se meritiamo di conseguenza la posizione migliora, altrimenti è giusto che resti più bassa". Domani Atalanta-Inter sarà la prima partita della nuova zona rossa: "Inutile dire che tutto questo non influisce. A differenza del passato, siamo molto più colpiti, calciatori, famiglie, mogli e bambini. Qui fai allenamento e non sai quali giocatori potrai realmente avere a disposizione, difficile preparare le partite. Una situazione difficile, ma va affrontata. Spesso qualcuno se ne dimentica, c'è un aspetto umano ma viene tralasciato in favore di altre cose. Non è semplice per chi deve gestire. Le cinque sostituzioni? Per farle devi avere tutti a disposizione, in queste sette partite abbiamo avuto giocatori positivi e infortunati, l'ultimo è stato Lukaku"