Inter, sirene inglesi su Dumfries: ten Hag lo vuole allo United. E al giusto prezzo Marotta non si opporrebbe…

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Marotta è stato chiaro, a suo modo. “I nostri condizionamenti legati agli equilibri economici finanziari non ci hanno permesso di prendere Bremer”. Che, tradotto, significa che l’Inter prima di comprare deve vendere e che tutti sono sul mercato, al giusto prezzo. Ora che su Skriniar sembra defilarsi il Psg, ecco che i nerazzurri potrebbero dover sacrificare un’altra pedina. L’obiettivo è sempre lo stesso: racimolare quei 60 milioni entro il giugno 2023, punto di partenza per mettere a posto i conti.

SACRIFICABILE - Gli indiziati non sono poi così tanti. Barella, Bastoni e Lautaro sono i tre gioielli interisti e, per ora, sono certi di restare. Tra quelli che restano, chi potrebbe avere più mercato è Denzel Dumfries. L’olandese ha tanti estimatori in Premier League, con ten Hag in pole position. L’ex Ajax conosce bene l’esterno nerazzurro e starebbe spingendo per averlo al Manchester United. L’Inter, che già aveva registrato l’interesse del Chelsea, ha fatto il suo prezzo: 40 milioni. Una cifra che rappresenterebbe un’ottima plusvalenza, considerato che l’ex Psv è arrivato a Milano 12 mesi fa per 15 milioni al posto di Hakimi. La sua cessione rappresenterebbe un buon colpo economico, ma non basterebbe. L’Inter infatti dovrebbe affiancargli altre entrate (Pinamonti?), per non trovarsi poi a gennaio a dover cedere pezzi grossi in saldo.

SOSTITUTO - La situazione dunque è tribolata. Lo stesso Inzaghi non vedrebbe certo di buon occhio l’addio al suo esterno destro, tanto coccolato e migliorato sotto la sua gestione, a ridosso del campionato. Già a sinistra l’ex Lazio ha dovuto salutare Perisic e si trova ora con delle fasce depotenziate, in un reparto fondamentale per il suo modo di giocare. L’Inter ci sta pensando, qualora lo United si presentasse con un’offerta congrua, Dumfries potrebbe fare le valigie. D’altronde alle sue spalle già scalpita Bellanova che ha destato buone sensazioni nelle prime amichevoli ed è un esterno per il futuro, ma anche per il presente. Quella dell'olandese potrebbe essere la soluzione meno dolorosa per l’Inter, una cessione necessaria in un’estate partita a mille e ora arrancante nel finale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli