Inter, Stellini: ‘Episodi arbitrali? Sono tanti ed evidenti, inutile commentarli… Tanto a noi rimane lo scudetto'

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Cristian Stellini, vice allenatore dell'Inter, secondo di Antonio Conte, commenta a Sky Sport la partita persa dai nerazzurri 3-2 contro la Juve: "Noi siamo andati avanti con i nostri festeggiamenti, abbiamo cercato di portare in campo la nostra serenità e la nostra voglia di vincere".

SUGLI EPISODI ARBITRALI - "La squadra ha fatto quel che doveva a prescindere dagli episodi. Non sta a noi commentarli, sono evidenti ed è inutile commentarli. A noi rimane la gioia di aver vinto lo scudetto, abbiamo cercato di vincere la partita, gli episodi poi si commentano da soli. Quali episodi in particolare? Sono tanti, soffermarsi su uno solo sarebbe riduttivo. Noi abbiamo provato a confermare sul campo di essere la squadra più forte, poteva andare sicuramente meglio oggi".

DOVE MIGLIORARE - "I miglioramenti e i margini ci sono sempre, dobbiamo andare a cercarli comunque. Già dall’anno corso si era vista una base forte, quest’anno abbiamo vinto lo Scudetto. In futuro dovremo migliorare nell’approccio alle grandi gare e soprattutto in quelle europee. Quest’anno abbiamo creato tante occasioni da gol, ma non riuscivamo a concretizzarle nel miglior modo. Sicuramente dal punto di vista qualitativo abbiamo margini di miglioramento. Giocare partite di alto livello aiuta a crescere in sicurezza in alcune gare che non sono uguali alle altre".

SULLA PROSSIMA STAGIONE - "Come guardo la prossima stagione? Con serenità. Ci stiamo godendo appieno questo momento, abbiamo ancora una settimana per onorare il campionato e dimostrare di essere i più forti con grande mentalità, anche oggi lo abbiamo distato".

SU LAUTARO - "È un attaccante che sicuramente ricorda Aguero, ha tantissimi margini di miglioramento, è cresciuto molto e ha lavorato tanto, si dedica molto anche al lavoro sporco per aiutare la squadra e non è facile trovarlo in un attaccante con le sue caratteristiche. Siamo molto contenti di lui, se dovessimo ascoltare i rumours di mercato tutti i giorni dovremmo metterci il ghiaccio in testa. Penso che l’Inter se lo voglia tenere molto stretto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli