Inter terrificante, dal 1961 non subiva cinque goal fuori casa. Buio dopo l'Atalanta

Fa paura. Fa veramente paura. Ma non in senso buono, come la paura che incute la Juventus, anzi. E' una paura opposta quella che deriva dall'Inter di queste ultime gare, battuta da Crotone e Sampdoria, rimontata dal Milan. Per i tifosi nerazzurri è arrivata anche la ciliegina marcia in una torta da buttare: cinque goal subiti a Firenze.

Certo, negli annali resterà una partita persa di misura, per 5-4, ma la realtà delle cose è ben diversa: in vantaggio per 2-1, i nerazzurri si sono sciolti, riuscendo a segnare due reti con Icardi senza quasi volerlo. Dal sogno Champions League, l'Inter è piombata in quello che la vede al settimo posto, avvicinata dalla Fiorentina e a -7 dall'Atalanta quarta.

Già l'Atalanta, surclassata a San Siro con sette reti, successive alle cinque rifilate al Cagliari in Sardegna. Poi il colore azzurro si è spento, lasciando tutti nel buio: due punti nelle ultime cinque gare, Pioli praticamente certo di lasciare. Chissà, forse anche prima del termine della stagione.

Cinque, un altro numero essenziale nell'ultimo periodo. Dalle cinque già citate gare senza vittorie, alle cinque reti subite a Firenze. Era da tempo immemore che l'Inter non subiva così tanti goal in trasferta, addirittura dal 1961: allora la Juventus poi Campione d'Italia battè i meneghini per 9-1. Nonostante ciò la Beneamata riuscì ad arrivare terza, a cinque punti dalla vetta.

Nagatomo Tello Fiorentina Inter Serie A

Sono cinque goal subiti che fanno decisamente più rumore rispetto a quelli dell'ultima volta in casa, risalenti a maggio 2013: allora i nerazzurri persero 5-2 a San Siro, ma all'ultima giornata. C'era già clima di vacanza, i giochi europei, con i nerazzurri fuori da tutto, erano già ufficiali.

Ben diversa la disfatta di Firenze, in una stagione che era stata descritta come quella del vero rilancio: sopratutto in un periodo, ad un mese dal termine del torneo, che vede tutto ancora possibile in termini di qualificazione continentale. Inaccettabile per i tifosi nerazzurri, svuotati di ogni speranza. Anche il 2016/2017 viene, così, buttato via.

Ed ora? Ed ora di fronte ci sarà la squadra che gioca per segnare più goal possibili. Un calcio di qualità, solido e artistico di fronte all'armata Inter in rapido affondamento? Sulla carta Napoli-Inter dovrebbe portare nuovi dolori ad Handanovic e compagni. Ma sulla carta l'Inter aveva costruito una squadra da Champions diretta. Quindi, non resta che aspettare, ancora una volta, il verdetto del campo.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità