Inter-Torino, nuovi contatti per Bremer: Dimarco può abbassare il prezzo

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

"Se Bremer va via, e c'è grande possibilità che succeda, dobbiamo prenderne uno forte". Ivan Juric, allenatore del Torino, ha parlato così sabato, al termine della partita contro il Napoli, confermando di fatto l'addio del difensore brasiliano. Il rinnovo fino al 2024, firmato a inizio febbraio, è servito a Cairo per avere più forza in fase di trattativa, ma di fatto la decisione è stata presa da mesi. L'ex centrale dell'Atletico Mineiro il prossimo anno vestirà una nuova maglia, che potrebbe essere quella dell'Inter.

CONTROPARTITE - La concorrenza è forte, il suo profilo è finito sul taccuino di Manchester United, Bayern Monaco, Liverpool, Leicester e Juventus, ma all'Inter Bremer ha dato la sua parola, per questo Milano è a oggi la destinazione più probabile. Marotta non ha la forza economica per spendere i 30/35 milioni di euro richiesti dal Torino, soprattutto senza l'addio di Stefan de Vrij, per questo sta lavorando per inserire nell'affare una o due contropartite, in modo da abbassare il prezzo. In quest'ottica oltre al nome di Andrea Pinamonti, prima scelta in caso di addio di Andrea Belotti, attenzione a quello di Federico Dimarco, molto gradito a Juric, che lo ha avuto e valorizzato a Verona.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli