Inter, Zanetti: “Spero che Lautaro Martinez rimanga qui”

Inter, Zanetti: “Spero che Lautaro Martinez rimanga qui”
Inter, Zanetti: “Spero che Lautaro Martinez rimanga qui”

Il vicepresidente dell’Inter Javier Zanetti, nel corso di una lunga intervista rilasciata al quotidiano spagnolo Marca, ha voluto parlare del futuro di Lautaro Martinez in nerazzurro. E si, proprio Lautaro il protagonista assoluta in questa stagione con l’arrivo di Conte sulla panchina. La presenza di Icardi lo scorso anno (e lo schema tattico di Spalletti) lasciava poco spazio a Martinez, un talento puro scoppiato con un po’ di ritardo.

Inter, Zanetti su Lautaro: “Spero rimanga”

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Dopo le grandi prestazioni europee contro Dortmund e Barcellona, Lautaro si è conquistato subito il palcoscenico internazionale. La titolarità acquisita quest’anno con Antonio Conte in panchina ha dato maggior fiducia all’attaccante argentino, capace di imporsi all’Inter nonostante la giovane età. Ora, gli occhi dei maggiori club internazionali sono puntati su di lui. Tra questi c’è sicuramente il Barcellona dell’amico di Nazionale Messi che, secondo quanto emerso nelle ultime ore, potrebbe presentare un’offerta alla dirigenza nerazzurra nel corso della prossima sessione estiva di mercato. In merito è intervenuto l’attuale vicepresidente dell’Inter, Javier Zanetti, il quale ha dichiarato al quotidiano spagnolo Marca: “Lautaro ha solo 22 anni ed è esploso con un rendimento molto elevato in breve tempo. Battuta la concorrenza dell’Atletico Madrid per prenderlo? Rispettiamo tutti, ma abbiamo saputo che c’era la possibilità di acquistarlo. Abbiamo fatto un investimento che ripagherà in futuro. Barcellona? L’idea è che stia con noi. Ha solo 22 anni, spero che rimanga qui per un po’. Per l’Inter può essere importante sin da ora“.

I numeri di Lautaro

I numeri, in questa stagione, di Martinez sono davvero impressionanti soprattutto per quel che riguarda il cammino in Champions League dell’Inter. In campionato, in queste prime 12 giornate, ha realizzato 5 reti e ha procurato il rigore a Bologna, trasformato da Lukaku, decisivo per l’1-2 nei minuti di recupero. In Europa ha totalizzato 3 gol nelle prime 4 gare, due al Borussia Dortmund e uno al Barcellona al Camp Nou.

Potrebbe interessarti anche...