Inzaghi guida la Lazio: "Napoli ferito, serve maturità"

Simone Inzaghi pronto per Lazio-Napoli: "Loro giocano il miglior calcio d'Europa, è una sfida importantissima. Champions? Partita per partita".

Quattro punti di distacco dalla zona Champions, la Lazio ci crede e per aumentare le chances di approdo nell'Europa che conta ha a disposizione lo scontro diretto contro un Napoli reduce dalla doppia sfida con la Juventus.

Simone Inzaghi, alla vigilia del posticipo dell'Olimpico, ha parlato così in conferenza stampa: "Sappiamo che in Coppa abbiamo fatto qualcosa di importante, centrando una finale storica battendo la rivale cittadina. E' stato giusto festeggiarla, i ragazzi se lo meritavano per come lavorato da inizio anno".

I biancocelesti hanno speso tanto: "Ho giocato col Sassuolo sapendo che 48 ore dopo avremmo affrontato la Roma, ma in quel momento era la più importante e ho messo gli uomini migliori. Ora ho qualche affaticato, dovremo recuperare un po' di energie. Dopo i prossimi due allenamenti sceglieremo".

"Col Napoli è una partita importantissima, la classifica è corta, dovremo affrontare al meglio le restanti 9 partite - evidenzia Inzaghi - Loro saranno feriti, sono usciti giocando due ottime gare con la Juve e lo sappiamo".

Su modulo e atteggiamento: "Possiamo variare in base di partita e uomini a disposizione, conta l'interpretazione e so che la squadra sa farlo. Voglio una Lazio matura, che affronta una grande squadra allenata dal miglior tecnico d'Italia e che gioca il miglior calcio in Europa, sarà una gara piena d'insidie. All'andata facemmo una grande partita, servirà la stessa umiltà messa con la Roma migliorando la gestione avuta negli ultimi 25 minuti. Non è una caratteristica che ci si addice".


"Il Napoli ha più possesso palla in Italia - sottolinea il tecnico laziale - ha grandissima quantità e qualità con calciatori fortissimi, li conosciamo e proveremo a non farci trovare impreparati. Mertens è un '9' vero, ha segnato tantissimo, è atipico rispetto a Milik e Pavoletti e ci stiamo preparando su lui, Callejon e Insigne".

Sulle chances di terzo posto: "Vogliamo continuare nel nostro percorso, il calendario è complicato, ma in Italia nessuna gara è semplice e proveremo ad affrontarla una per volta al meglio".

La conta degli indisponibili rischia di essere lunga: ""De Vrij e Marchetti out; Immobile, Biglia, Lulic sono affaticati, Lombardi ha problemi alla schiena, ma conto di recuperarli almeno per la panchina".".

Bastos e Lukaku si sono riscattati con un gran derby: "Hanno avuto due brutti infortuni, Bastos è stato fermo oltre 2 mesi e Jordan anche 2-3, sono importanti e ora sono recuperati. Sono più freschi di chi ha giocato maggiormente, sono due risorse che proveremo a sfruttare".

Il 'DNA' trasmesso da Inzaghi sta dando i suoi frutti: "Abbiamo fatto partite ad altissimo livello, ora ne servono altre 9 dove continuare sulla strada intrapresa".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità