Inzaghi: 'Ko che fa male e può lasciare scorie, c'è un problema scontri diretti. Non puoi non segnare se produci così'

Intervistato da Dazn, l'allenatore dell'Inter, Simone Inzaghi, ha commentato con rammarico la sconfitta per 2-0 subita a Torino contro la Juventus.

RAMMARICO - "Abbiamo fatto un'ottimo primo tempo dove non puoi andare a riposo 0-0 in questo stadio contro la Juventus. Siam partiti bene anche nel secondo tempo, con la traversa. Poi abbiamo preso il gol, potevamo pareggiare con Lautaro e poi abbiam preso il secondo. Fa male, il calcio è così, l'anno scorso l'abbiamo vinta che non meritavamo e stavolta non meritavamo di perdere. Questi match non possiamo sbagliarli e non siamo bravi a portare gli episodi dalla nostra parte".

SCONTRI DIRETTI - "In questi match dobbiamo fare di più, è un dato di fatto quest'anno. Non possiamo non andare in vantaggio con quello che creiamo. Il 2-0 è un passaggio a 3 metri che mandava Brozovic in porta, Su Bremer non si fa fallo, insomma, in queste partite che si giocano sul filo del rasoio si deve fare di più".

COSA MANCA - "Può succedere di andare sotto 1-0, anche se non dovrebbe dopo una gara così. Poi abbiamo avuto fretta. 5 sconfitte in altri tempi non avresti dovuto farle, avresti fatto 3 pareggi ed eri più avanti in classifica. In Champions siamo riusciti a farli bene, in campionato non abbiamo la continuità dell'anno scorso".

MIGLIORARE - "I due gol li prendiamo su ripartenze. Abbiamo lavorato 4 giorni su queste situazioni dove si deve fare fallo. Alla Juve non si può concedre occasioni così. Se capita, devi reagire meglio e se non bastano le preventive devi fare fallo".

SCUDETTO - "In questo momento l'Inter deve puntare ad avere più continuità. Tutte corrono, la sconfitta fa male perché era importante la partita e il momento. Dobbiamo reagire dal punto di vista mentale, perché può portare scorie. Giochiamo fra 2 giorni, dobbiamo reagire perché mancano ancora 25 giornate".