Inzaghi si concentra su Bergamo: "Dobbiamo migliorare gli scontri diretti fuori casa"

Getty Images

Simone Inzaghi rialza la testa e l'Inter centra la 9^ vittoria in campionato, agganciando l'Atalanta sconfitta in Salento e domenica i nerazzurri faranno visita proprio alla Dea: "Sarà la settima gara in 23 giorni, loro stanno facendo un grandissimo percorso. E' uno scontro diretto e in trasferta, le nostre lacune in campionato sono state sinora queste. Sottolineo che abbiamo giocato gli scontri diretti in trasferta, eccezion fatta per la Roma, una gara che non meritavamo di perdere. Abbiamo perso partite dove l'episodio non siamo riusciti a indirizzarlo dalla nostra parte: probabilmente domenica sbloccando la partita contro la Juventus sarebbe finita diversamente, anche se con i se e i ma non si va lontano".

E' la sesta vittoria su sette tra le mura amiche, una vittoria che fotocopia il 6-1 dell'ultimo campionato: " A San Siro diamo qualcosina in più, da allenatore devo cercare di far sì che i ragazzi lo trovino in trasferta, individuando la giusta chiave: eccetto il Napoli, siamo in tantissime squadre in un fazzoletto di punti e questo impone a tutti di trovare la continuità dei partenopei. La classifica non va guardata, si deve pensare partita per partita: i ragazzi hanno giocato bene contro una squadra reduce da quattro vittorie; dopo un primo quarto d'ora bloccato, con errori tecnici inusuali per noi, abbiamo reagito allo svantaggio e a una sconfitta che ci ha fatto malissimo",