Inzaghi: "Strani gli stadi chiusi, ma ci adeguiamo"

Adx
Askanews

Roma, 28 feb. (askanews) - "Giocare in stadi chiusi non è il massimo, è strano ma le autorità competenti stanno facendo le opportune valutazioni e dobbiamo adeguarci. C'è un problema e va risolto il prima possibile". Simone Inzaghi si esprime così alla vigilia della sfida all'Olimpico con il Bologna, una delle cinque partite della 26/a giornata che si giocherà con il pubblico sugli spalti. Poi il tecnico biancoceleste parla della lotta scudetto: "Il Bologna è un avversario molto ostico e in trasferta ha fatto grandi prove. Il primo posto? Non ci penso e neanche a per chi fare il tifo domenica sera. Juve e Inter sono da anni ai vertici e hanno modo di gestire le pressioni. Noi siamo in un'ottima posizione da oltre due mesi e dobbiamo continuare così". "Noi veniamo da una serie lunghissima di risultati, mancano tante partite e sappiamo che i giudizi cambino in fretta - ha aggiunto Inzaghi parlando del campionato -. I tre trofei vinti però rimangono, e ora stiamo vivendo giornate meravigliose".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...