Iran, Teheran ammette: aereo abbattuto per errore

L'Iran ha ammesso che l'aereo dell'Ukrainian Airlines precipitato mercoledì è stato abbattuto per un errore umano: l'antiaerea lo avrebbe scambiato per un velivolo nemico. Lo ha annunciato la tv di stato iraniana.

GUARDA ANCHE: Usa-Iran: oltre 40 anni di sanzioni

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il Boeing 737 si è schiantato con 176 persone a bordo pochi minuti dopo il decollo dall'aeroporto di Teheran. L'Iran aveva ripetutamente negato l'accusa di essere responsabile dell'incidente.

LEGGI ANCHE: Gli aerei abbattuti per errore dal 1973 a oggi

L'incidente è avvenuto dopo che Teheran ha lanciato un attacco missilistico contro due basi militari che ospitano truppe statunitensi in Iraq come rappresaglia per l'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani nell'attacco aereo americano a Baghdad.

GUARDA ANCHE: 5 domande su...l'Iran

Il velivolo è stato scambiato per un "obiettivo ostile" perché apparentemente indirizzato verso un "centro militare sensibile" della Guardia Rivoluzionaria in un momento di massima tensione per i rapporti con gli Stati Uniti.

GUARDA ANCHE: Iran-Usa, è tregua: i tre punti della strategia di Trump

"Il volo è stato colpito a causa dell'errore umano e in modo non intenzionale", hanno detto le fonti militari.

Rohani ha assicurato che i responsabili saranno presto processati. "La Repubblica islamica dell'Iran si rammarica profondamente per questo errore disastroso", ha affermato il presidente iraniano su Twitter, "indagini proseguiranno per identificare e perseguire" gli autori di questa "grande tragedia" e "questo sbaglio imperdonabile".

LEGGI ANCHE: Boeing 737 Max, la mail choc dei dipendenti: "Progettato da clown"

Il ministro degli Esteri iraniano Mohammed Javad Zarif, evocando su Twitter un "giorno triste", ha puntato il dito contro la "crisi causata dall'avventurismo statunitense". "I nostri profondi rimpianti, - ha aggiunto - scuse e condoglianze al nostro popolo, alle famiglie di tutte le vittime e alle altre nazioni colpite".

Gli Stati Uniti intanto hanno annunciano nuove sanzioni contro l'Iran per l'attacco missilistico alle basi in Iraq.

Il primo ministro del Canada, Justin Trudeau, ha chiesto che Teheran usi "trasparenza e giustizia" per le vittime, giunga a una conclusione e stabilisca le precise responsabilità.

Potrebbe interessarti anche...