Italia-Irlanda del Nord, Mancini: "Partita complicata"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

La partita tra Italia e Irlanda del Nord di domani 25 marzo, valida per le qualificazioni mondiali per Qatar 2022, è "sicuramente complicata perché è la prima del gruppo e viene dopo molti mesi. Sicuramente la più insidiosa". Lo dice ai microfoni di 'Rai Sport' il ct azzurro, Roberto Mancini, alla vigilia del match.

"Vediamo come starà Sensi, è arrivato solo oggi. Sicuramente l'ipotesi Locatelli è più accreditata, Barella può giocare dal primo minuto. Kean era veramente stanco, credo sia dovuto al post Covid. In accordo con Psg abbiamo pensato di farlo recuperare per bene". Adesso però, aggiunge Mancini, "abbiamo queste tre partite e dobbiamo far recuperare i ragazzi; veniamo da una stagione faticosa, si alterneranno. E bisognerà vincerne più di dieci".

L'Irlanda del Nord "è tipicamente britannica, sono bravi nel contrattacco. Dovremo non prendere rischi, ci saranno spazi ridotti soprattutto all'inizio. Come fisicità sono anglosassoni, ma il loro gioco è un po' diverso, è una squadra che difende molto bene, non concede molti spazi, è molto brava nei contropiede" aggiunge il ct azzurro. "Speriamo sia un ambiente magico, credo lo sia sempre. Poi ci sono dei momenti più difficili, più felici. Rappresentiamo comunque una grande Federazione, che ha vinto quattro Mondiali - conclude Mancini -. Penso sia sempre bello".