Italia, le pagelle di CM: Verratti è diventato un leader, Chiesa imprendibile. Che Bastoni!

·2 minuto per la lettura

Italia-Galles 1-0

Donnarumma 6: primo tempo quasi da spettatore, nella ripresa spaventa Ramsey che non riesce a fargli male (dal 90' Sirigu sv)

Toloi 6,5: il terzino di spinta non è il suo ruolo e si vede. Bloccato, permette a Chiesa di essere libero di spingere. Fa la guerra con tutti, sui calci piazzati è sempre un fattore.

Bonucci 6,5: Mancini rivoluziona l’Italia, ma non rinuncia a Leo, che cambia per la terza volta in due partite il compagno di reparto trovando comunque gli automatismi giusti. Altra prova convincente, esce all’intervallo per riposo (dal 46’ Acerbi 5,5: una brutta sbavatura rischia di regalare il pareggio a Ramsey)

Bastoni 7: autoritario, si fa sentire nei duelli aerei, freddo e preciso quando si tratta di costruire. Non fa rimpiangere Chiellini.

Emerson 6,5: pimpante, fin dalle prime battute. Non ha gli strappi di Spinazzola, ma è una presenza costante nella metà campo gallese. Il piede sinistro è delicato, cerca spesso Belotti, impegna Ward con una conclusione dalla distanza.

Pessina 7,5: e pensare che questo Europeo non avrebbe dovuto neanche giocarlo. Man of the match, senza dubbi. I suoi inserimenti sono una continua minaccia. Va vicino al gol con una deviazione fortuita su tiro di Toloi, lo trovo girando alla grande una punizione di Verratti. Dopo i due centri a San Marino questo vale decisamente di più (dal’87’ Castrovilli sv)

Jorginho 7: con Verratti va a nozze e si vede. E’ impossibile portargli via il pallone, gioca semplice, fa sempre la cosa giusta. E’ l’unico veramente insostituibile (dal 75’ Cristante 6: si mette davanti alla difesa e fa girare il pallone)

Verratti 7: parla tanto, rimprovera, urla, si fa dare il pallone. Non ha paura di prendersi le responsabilità. Ha imparato ad essere un leader, è un recupero prezioso per gli Azzurri in vista dei match che contano. Suo l’assist su punizione a Pessina 

Bernardeschi 6,5: non cerca sempre la giocata e questo è un bene, rispetto a Chiesa viene dentro il campo, per fraseggiare. Il palo gli nega il 2-0. Esce meritatamente tra gli applausi

Belotti 6: cerca il gol prima in acrobazia, poi con un destro ad incrociare. Si muove molto, lotta come un leone, ma è poco preciso quando deve esserlo.

Chiesa 7: parte a sinistra, nel ruolo che di solito è d’Insigne, dopo 10’ viene spostato a destra: bingo. Sullo scatto è imprendibile, una spina nel fianco per il Galles (dal 75' Raspadori 6: boato quando entra in campo, è un bel peperino)

Mancini 7,5: fa turnover e nella prima parte di match mancano le idee. Il gol di Pessina stappa anche gli azzurri, che giocano come sanno fare. La forza di questa squadra è il gruppo, tutti remano dalla stessa parte, ma è il comandante che fa la differenza.   

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli