Italia-Svizzera 1-1, qualificazione ai Mondiali in bilico

·2 minuto per la lettura

Italia e Svizzera pareggiano 1-1 a Roma nella sfida in campo per volare ai Mondiali di Qatar 2022. All'Olimpico di Roma la sfida che può valere la qualificazione diretta alla World Cup del prossimo anno. Le due squadre sono appaiate a 15 punti in vetta al Gruppo C: decisiva l'ultima giornata. L'Italia lunedì fa visita all'Irlanda del Nord, la Svizzera affronta la Bulgaria. Gli azzurri hanno 2 gol di vantaggio nella differenza reti: a parità totale in classifica, si qualificherebbe la Svizzera e l'Italia dovrebbe ricorrere agli spareggi di marzo.

LA PARTITA

Si parte a ritmo alto, la Svizzera gioca a viso aperto senza barricare. L'Italia prova a spingere sulla fascia destra, a caccia di varchi con Chiesa. Gli azzurri però commettono l'errore di sbilanciarsi e vengono puniti al 12'. Ripartenza della Svizzera, Okafor scappa sulla fascia sinistra e offre il pallone a Widmer, che arriva a rimorchio: destro potente, 0-1.

L'Italia incassa il colpo e sbanda, gli ospiti arrivano di nuovo dalle parti di Donnarumma ma non affondano il colpo. Per vedere la reazione dei campioni d'Europa bisogna aspettare il 22', con la chance colossale sui piedi di Barella. Il centrocampista dell'Inter può colpire da pochi passi, Sommer rimedia.

Dall'altra parte serve una gran parata di Donnarumma per neutralizzare il colpo di testa di Schar, vicino al raddoppio elvetico. Al 35', pareggio azzurro. Punizione dalla trequarti, Di Lorenzo azzecca l'inserimento e di testa brucia l'uscita di Sommer: 1-1.

L'Italia riesce a raddrizzare la partita prima del riposo e cerca di accelerare. La Svizzera, più brillante in avvio, ora adotta un atteggiamento più accorto e bada soprattutto a difendere anche nella fase iniziale della ripresa. La pressione azzurra aumenta, Mancini prova a cercare soluzioni in panchina con una serie di cambi: entrano Berardi, Tonali e Cristante. L'Italia si insedia nella metà campo avversaria ma conclude poco, bisogna aspettare il 66' per il sinistro di Emerson: mira imprecisa, palla alta. Al 76' Insigne entra in area e conclude: deviazione, Sommer si salva con una respinta di piedi.

La possibile svolta arriva all'87'. Lieve spinta di Garcia su Berardi, lanciato in area svizzera. Il Var richiama l'arbitro Taylor, che giudica l'intervento punibile con il rigore. Penalty, sul dischetto va Jorginho, che cerca il riscatto dopo l'errore commesso dagli 11 metri nella gara d'andata a Basilea. Jorginho sbaglia anche stavolta, sparando alle stelle e l'1-1 resiste fino alla fine. La qualificazione azzurra è in bilico.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli