Jessica Rossi d'oro in Marocco

Sportal.it

Al “Club Les Chênes de Tir et de Loisirs” è stato l’inno di Mameli a concludere la prima premiazione del 3° Gran Premio Internazionale del Marocco. A farlo risuonare sulle pedane di Rabat è stata Jessica Rossi, d’oro nella gara di Trap Femminile. L’olimpionica di Londra 2012 ha iniziato nel migliore la stagione internazionale 2020 e con una prova degna del suo rango ha dominato la finale.

Entrata in finale con il terzo dorsale grazie al punteggio di 117/125 alle spalle della spagnola Fatima Galvez e dell’azzurro Fiammetta Rossi, rispettivamente prima con 118/125 +1 e seconda con 118/125 +0, la poliziotta di Crevalcore ha messo subito in chiaro che non avrebbe lasciato spazio alle avversari e si è messa al comando fina dalla prima eliminatori, quella a 25 piattelli, ed ha proseguito in testa fino alla fine. Con il totale di 46/50 si è messa al collo l’oro davanti ad Alessia Iezzi, argento con 44/50. Anche per la carabiniera di Manoppello (PE) questa prima trasferta è stata molto valida e, oltre alla medaglia ed al punteggio di finale lo dimostra anche il 115/125 delle cinque serie di qualificazione. Terza sul podio la Galvez con 33/40. Nella finale della gara organizzata dalla Federation Royale Marocaine de Tir Sportif anche Fiammetta Rossi (Fiamme Oro) di Foligno (PG), quarta con 26/35, e Silvana Maria Stanco (Fiamme Azzurre), quinta con lo score di 115/125 +2 in qualifica e 23/30 nel round conclusivo.

Non da finale, anche se per poco, la prestazione della romana Federica Caporiscio (Carabinieri) di Roma, settima con 114/125, e di Maria Lucia Palmitessa (Fiamme Oro) di Monopoli (BA), ottava con 112/125.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...