Joao Mario risolve il contratto con l'Inter e va al Benfica. Ma è mistero sul no allo Sporting

·1 minuto per la lettura

"FC Internazionale Milano comunica di aver trovato un accordo con il calciatore Joao Mario per la risoluzione del contratto con il Club". Con questo breve comunicato ufficiale l'Inter ha reso nota l'interruzione del rapporto professionale con Joao Mario, reduce dal prestito allo Sporting Clube de Portugal. Nonostante la positiva esperienza alla corte del tecnico Ruben Amorim, il trequartista portoghese ha deciso di accasarsi sull'altra sponda di Lisbona, dove riecheggiano i colori del Benfica. La risoluzione del contratto, stipulata oggi durante l'incontro tra la società nerazzurra e l'agente Federico Pastorello, permetterà al club lusitano di ingaggiare Joao Mario a parametro zero, pagando soltanto commissioni al procuratore e ingaggio al calciatore.

Joao Mario | Quality Sport Images/Getty Images
Joao Mario | Quality Sport Images/Getty Images

Si cela un mistero non indifferente dietro alla strategia dell'Inter, che qualche settimana fa ha rifiutato 3,5 milioni di euro dallo Sporting CP - offerta ritenuta troppo bassa - per l'acquisto di Joao Mario. Ma a quindici giorni di distanza, il club di Steven Zhang ha deciso di annullare completamente il guadagno dalla cessione del portoghese. Come riportato da calciomercato.com, potrebbe trattarsi di una strategia per aggirare la clausola imposta dallo Sporting anni fa, che vieterebbe al centrocampista di tornare in patria e vestire la maglia di una società concorrente (pena una sanzione da 30 milioni di euro). Inoltre, il favore fatto al Benfica potrebbe portare all'Inter alcuni benefici in futuro, come l'acquisto di giovani portoghesi oppure la cessione di nerazzurri per generare ricche plusvalenze.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli