Joao Mario verso il Benfica, ma con risoluzione del contratto: l'Inter non incassa, ma c'è comunque un risparmio

·1 minuto per la lettura

Tra i giocatori che l'Inter vuole vendere nel minor tempo possibile c'è anche Joao Mario. Dopo la mancata permanenza alla Sporting Lisbona, che ha giocato al ribasso sul prezzo del cartellino del centrocampista portoghese in seguito alla richiesta di 8 milioni di euro del club nerazzurro, adesso sembra complicato che la dirigenza interista possa riuscire a mettere in tasca qualche milione per il classe '93.

Joao Mario | Carlos Rodrigues/Getty Images
Joao Mario | Carlos Rodrigues/Getty Images

Lo scenario più probabile, stando a quanto scrivono oggi i colleghi de La Gazzetta dello Sport, è che il portoghese si trasferisca al Benfica (club che ha già trovato un'intesa con il giocatore) attraverso una risoluzione del contratto, dunque senza che il club nerazzurro possa incassare soldi per la cessione del suo cartellino.

Il motivo - ipotizza la rosea - è da ricercare nella famosa clausola che in concreto impedisce la vendita del giocatore a qualsiasi società portoghese che non sia lo Sporting Lisbona. Una postilla presente nel contratto firmato nel 2016 da Joao Mario e attorno alla quale potrebbe scatenarsi una battaglia legale con cui nessuna delle parti in causa vuole avere a che fare. L'Inter risparmierebbe comunque sei milioni lordi di ingaggio a stagione.

Segui 90min su Instagram e Twitch!

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli