Joe Biden in 10 punti

Primo Piano
·4 minuto per la lettura

Joe Biden è lo sfidante democratico di Donald Trump alle elezioni presidenziali Usa 2020. Chi è? Qual è il suo passato e cosa propone la sua agenda politica?

LEGGI ANCHE: Donald Trump in 10 punti

1. Origini e ambizioni

Joseph “Joe” Biden nasce in Pennsylvania nel 1942 in una famiglia cattolica di origini irlandesi. Terminati con successo gli studi in legge, il giovane Biden ha già le idee chiare sul suo futuro: alla ragazza che diventerà sua moglie confessa di voler diventare senatore entro i 30 anni e poi presidente.

SFOGLIA LA GELLERY: Quali sono i vip che sostengono Joe Biden?

2. Senatore a 29 anni

Detto fatto, Biden non ha ancora 30 anni quando si candida come senatore dello stato del Delaware. Da giovane avvocato sconosciuto sfida il repubblicano uscente Caleb Boggs. Lo supera diventando senatore nel 1972.

SFOGLIA LA GALLERY: Quali sono i vip che sostengono Donald Trump?

GUARDA ANCHE: Elezioni Usa: la forza tranquilla di Joe Biden, candidato democratico

3. Cinquant'anni di servizio pubblico

Biden continua la sua esperienza in Senato fino al 1995. Tenta le primarie democratiche due volte, nel 1988 e nel 2008. In quest’ultimo anno vince Barack Obama. Tra i due inizia un sodalizio professionale e personale che porta Biden alla carica di vicepresidente degli Stati Uniti per tutti gli otto anni dell’amministrazione Obama. Nel 2020 le terze primarie della sua vita, si concludono con la nomina per la corsa presidenziale.

LEGGI ANCHE: Come viene eletto il Presidente degli Stati Uniti

4. Il riconoscimento da Obama

Al termine del suo secondo mandato, Obama conferisce al suo vice Biden la Medaglia presidenziale della libertà, la più alta onorificenza civile degli Stati Uniti.

GUARDA ANCHE: Obama: "Per Trump la presidenza è un reality show"

5. Tragedie familiari

Il 18 dicembre 1972, poco più di un mese dopo l'elezione di Biden a senatore del Delaware, sua moglie Neilia Hunter e i loro tre figli hanno un incidente. Stanno andando a comprare i regali di Natale quando un camion travolge l’auto sulla quale viaggiano. Neilia e la figlia di un anno muoiono. I due figli maschi, Beau e Hunter, si salvano. Nel 2015 un nuovo lutto per il vice presidente degli Stati Uniti che perde il figlio maggiore Beau per un tumore cerebrale.

LEGGI ANCHE - Tendenze di voto Usa: come votano di solito gli Stati

6. Hunter Biden, la “pecora nera”

Trump ha detto che “Joe Biden non può assolutamente assumere l’incarico di presidente” visto le email trovate sul laptop del figlio, che proverebbero rapporti d’affari poco chiari in Ucraina e Cina. Hunter è un ex manager di un’azienda ucraina del gas accusata di corruzione. Oltre a questi documenti, sul computer sarebbero stati trovati immagini e video compromettenti in cui il 50enne, “pecora nera” della famiglia, fa sesso con alcune donne e fuma crack.

GUARDA ANCHE: Impeachment, Trump chiese all'Ucraina di indagare su Biden jr.

7. Chi è Jill, la seconda moglie?

Jill Biden nasce ad Hammonton nel 1951. Un passato nel mondo della moda, un primo matrimonio con l’ex giocatore di baseball Bill Stevenson, con il quale apre un locale, poi un lavoro come supplente di inglese. Lei e il candidato democratico alla Casa Bianca si incontrano nel 1975 in occasione di un appuntamento al buio organizzato dal fratello di lui. Nel 1977 si sposano con rito cattolico. Quattro anni dopo nasce la loro unica figlia Ashley.

LEGGI ANCHE: Trump-Biden, gli slogan a confronto

8. Il più anziano presidente degli Usa

In caso di vittoria alle elezioni del 3 novembre, Joe Biden diventerebbe a 78 anni il più anziano presidente della storia statunitense. Un altro primato riguarda la vice presidente che Biden ha scelto: Kamala Harris, senatrice 55enne, è la prima donna non bianca a correre come vice presidente.

GUARDA ANCHE: Chi è Kamala Harris

9. L’agenda politica: dall’ambiente al salario minimo

Tra le proposte politiche di Biden l’allargamento della platea di beneficiari dell’Obamacare, salario minimo a 15 dollari all’ora, università gratis per i figli di famiglie meno abbienti, zero emissioni entro il 2050. Uno dei punti focali, sin dalle primarie, è quello della lotta all'odio razziale, di cui l’attuale inquilino della Casa Bianca sarebbe uno dei principali responsabili, a detta di Biden.

LEGGI ANCHE: Trump, il bilancio in campo economico del primo mandato

10. Lo slogan

“Unite for a Better Future”, "Uniti per un futuro migliore" è lo slogan scelto dal candidato democratico. "Il mio obiettivo è quello di ispirare speranza, non paura. Pace, non violenza. Generosità, non avidità. E luce, non oscurità. Sarò un presidente che fa appello al meglio che c'è in noi, non al peggio", ha detto tra gli applausi a Gettysburg il 7 ottobre.