Josè Mourinho in lacrime per la morte del cane: “Era la mia famiglia”

notizie.it
mourinho
mourinho

L’allenatore portoghese Josè Mourinho ha commosso l’intera Inghilterra dopo essere scoppiato a piangere per la morte del suo cane. Leya, un Yorkshire Terrier è scomparso proprio durante la giornata di Natale, ma come ha ricordato l’ex allenatore nero-azzurro, ora “devo andare avanti”. Leya “era la mia famiglia” ha confessato Mourinho. Nonostante non ci siano ancora dettagli sulle cause della morte del cucciolo, l’allenatore ha accettato le condoglianze dei colleghi.

Lutto per Jose Mourinho

Nonostante l’ultima vittoria del Tottenham per 2-1 sul Brighton, per l’allenatore portoghese Josè Murinho non è stato un Natale semplice. I tre punti amari che confermano la squadra al quinto posto in classifica (a tre punti dal Chelsea e dalla Champions League) non sono sufficienti a superare un dolore immenso. Infatti, lo scorso 25 dicembre, l’ex tecnico nero-azzurro ha stupito l’Inghilterra dopo essere scoppiato a piangere per la morte del suo cagnolino Leya. Il suo Yorkshire Terrier è scomparso improvvisamente e per Mourinho è stata la cosa peggiore da sopportare.

Quando i giornalisti gli hanno chiesto come avesse trascorso il natale, inoltre, l’allenatore ha risposto: “Ad essere onesti, è stato molto triste perché il mio cane è morto e il mio cane è la mia famiglia. Ma dobbiamo andare avanti”. Non si sa bene quanti anni avesse il cucciolo, ma è stata Leya ad accompagnare il tecnico nel passaggio dal Chelsea all’Inter. Inoltre, non si conoscono le cause della morte del cane, ma l’allenatore ha voluto ringraziare tutti i colleghi e gli amici per l’affetto e le condoglianze che gli hanno fatto.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...