Jos Verstappen punge Red Bull: "Max da Mondiale, ma la macchina?"

Matteo Nugnes

Jos Verstappen non ha mai avuto peli sulla lingua ed è anche per questo che qualche tempo fa in casa Red Bull avevano cercato di limitare il suo influsso sul figlio Max, uno degli astri nascenti della Formula 1.

L'ex pilota olandese ha parlato ai microfoni di Ziggo Sport della situazione che sta vivendo il suo erede dopo la pausa estiva: per lui è molto chiaro che lo sviluppo della RB15 non è stato all'altezza di quello delle vetture della concorrenza e probabilmente la prova più evidente è stata la gara di Singapore, dove tutti si aspettavano una Red Bull favorita e invece è arrivata la doppietta Ferrari.

"Avremmo dovuto essere più vicini, ma la situazione è più difficile di quanto pensassimo. E' molto frustrante. Nelle ultime gare prima della pausa estiva eravamo andati veramente bene, ma dopo non abbiamo fatto progressi a differenza delle altre squadre" ha detto Jos Verstappen durante la trasmissione Peptalk.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Max non può cambiare questa cosa, dipende dalla squadra: la macchina è un po' indietro, il motore è un po' indietro. Bisogna lavorare di più su questa combinazione se vogliamo lottare per il Mondiale il prossimo anno".

"Siamo preoccupati se ci saranno miglioramenti a breve termine, parleremo con il team per capire cosa si può fare. Dipendiamo da ciò che ci mettono a disposizione e al momento non è abbastanza buono".

Quel che è certo è che Jos non ha mai avuto dubbi sulle capacità del figlio, ma ora c'è la sensazione che stia un po' "sprecando" quelli che potrebbero essere gli anni migliori della sua carriera su una vettura che non è ancora da titolo.

"Vedendo le prestazioni di Max, mettendolo su una buona macchina, lotterà per il Mondiale. Stiamo lavorando con la Red Bull da un paio d'anni, ma non sembra ancora che saremo in grado di lottare per il Mondiale l'anno prossimo".

Tra le altre cose, nelle ultime gare i piloti di Red Bull e Toro Rosso sono stati spesso in penalità per seguire un piano della Honda che vuole portare dei motori altamente prestazionali a Suzuka, per la sua gara di casa. Secondo il più anziano dei Verstappen però non basterà, perché c'è un gap di mezzo secondo da colmare su Ferrari e Mercedes.

"Guardando le ultime due gare, penso che in Giappone saremo mezzo indietro. Provere di tutto per colmare il gap, ma mezzo secondo non lo puoi recuperare in due settimane. Dobbiamo lavorare sodo per colmare il gap, altrimente anche l'anno prossimo andrà perso".

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 <span class="copyright">Joe Portlock / LAT Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 Joe Portlock / LAT Images

Joe Portlock / LAT Images

Max Verstappen, Red Bull Racing con il padre Jos Verstappen

Max Verstappen, Red Bull Racing con il padre Jos Verstappen <span class="copyright">Sutton Motorsport Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing con il padre Jos Verstappen Sutton Motorsport Images

Sutton Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 <span class="copyright">Simon Galloway / Sutton Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 Simon Galloway / Sutton Images

Simon Galloway / Sutton Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, Jos Verstappen

Max Verstappen, Red Bull Racing, Jos Verstappen <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing, Jos Verstappen Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 <span class="copyright">Glenn Dunbar / LAT Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 Glenn Dunbar / LAT Images

Glenn Dunbar / LAT Images

Max Verstappen, Red Bull Racing festeggia la prima vittoria in F.1 con il padre Jos Verstappen

Max Verstappen, Red Bull Racing festeggia la prima vittoria in F.1 con il padre Jos Verstappen <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing festeggia la prima vittoria in F.1 con il padre Jos Verstappen Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

Max Verstappen, Red Bull Racing with his father Jos Verstappen

Max Verstappen, Red Bull Racing with his father Jos Verstappen <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing with his father Jos Verstappen Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 <span class="copyright">Glenn Dunbar / LAT Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 Glenn Dunbar / LAT Images

Glenn Dunbar / LAT Images

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Simon Galloway / Sutton Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing Simon Galloway / Sutton Images

Simon Galloway / Sutton Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 <span class="copyright">Mark Sutton / Sutton Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 Mark Sutton / Sutton Images

Mark Sutton / Sutton Images

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Jerry Andre / LAT Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing Jerry Andre / LAT Images

Jerry Andre / LAT Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 <span class="copyright">Mark Sutton / Sutton Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 Mark Sutton / Sutton Images

Mark Sutton / Sutton Images

Potrebbe interessarti anche...