Juve, è già Pogba-mania: il ruolo scelto da Allegri e i retroscena in allenamento

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Paul Pogba è tornato a casa. In pochi giorni alla Juventus ha già ritrovato il sorriso e la voglia di rilanciarsi dopo l’ultimo periodo al Manchester United. Il francese è uno degli osservati speciali di Allegri, tra i due basta uno sguardo e… “Questo!”. Nel senso: è questo che voglio, grida Max quando il francese cambia gioco con un lancio lungo in allenamento.

IL COMPITO - Lo racconta Tuttosport, secondo il quale la richiesta dell’allenatore a Pogba è quella degli inserimenti in fase offensiva senza palla. Quello che è mancato l’anno scorso. Paul deve essere il giocatore che trasforma la fase difensiva in offensiva. Dribbling, lanci, passaggi filtranti o tiro in porta. Date la palla a Paul - sembra dire Allegri - ci pensa lui.

NIENTE ESPERIMENTI - E lui, Pogba, ha le idee chiare: “So che spesso a centrocampo si gioca a tre, per me va bene sia a destra che a sinistra; e se serve posso giocare anche davanti alla difesa”. Nessun adattamento, grazie. Nella partitella di sabato Allegri ha piazzato il francese mezz’ala sinistra e lui ha corso su e giù senza mai fermarsi, box to box. Lui a sinistra e Di Maria a destra, spesso i due si sono trovati uno contro l’altro in allenamento. Per una Juve pronta a tornare protagonista.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli