Juve, Alex Sandro torna ma è al capolinea: niente rinnovo, quanti colpi persi per 'colpa' sua

Per ora ritorna. Ma è solo questione di tempo. Considerando lo stato della rosa della Juve, il fatto che Alex Sandro possa tornare a disposizione è comunque una buona notizia per Max Allegri. Che di lui continua a fidarsi, che contando su di lui non ha chiesto in estate alcuno sforzo per l'out di sinistra: un terzino sinistro nuovo di zecca era previsto solo in caso di cessione del brasiliano, preso atto della decisione di non muoversi prima del tempo da parte di Alex Sandro allora in casa Juve è stata condivisa la scelta di investire in altri settori del campo. A lungo in pugno è stato Owen Wijndal, osservato e poi corteggiato, infine sfumato quando l'Ajax ha affondato il colpo proprio investendo quanto previsto inizialmente dalla Juve, vale a dire 10 milioni. Ha giocato poi d'anticipo il Tottenham per strappare Destiny Udogie alla concorrenza bianconera. Solo in extremis e solo in prestito è stato tentato un assalto last minute per Renan Lodi (ora al Notthingam Forest), quando ormai era troppo tardi e senza trovare la sponda dell'Atletico Madrid. Acqua passata, Alex Sandro non ha mai preso in considerazione l'ipotesi di lasciare la Juve già la scorsa estate e adesso Allegri ha bisogno di lui, come esterno o come alternativa a Danilo nel ruolo di braccetto della difesa a tre.

ULTIMO ATTO. E poi? E poi si aspetterà la scadenza naturale del contratto da 6 milioni netti più bonus, un'autentica zavorra in sede di mercato negli ultimi anni. Lontani i tempi in cui la Juve si tirava indietro sul più bello dal tavolo della trattativa con Chelsea (60 milioni nel 2017) e Psg (50 milioni nel 2018). Inevitabile il rinnovo per premiarne la fedeltà, quando ancora era uno degli esterni di maggior rendimento d'Europa. Poi è successo qualcosa, poi è iniziata un'involuzione a tratti inspiegabile, con Alex Sandro che è rimasto uno dei principali problemi della Juve in difficoltà delle ultime stagioni. Non ci sarà rinnovo per lui, non è previsto nemmeno in caso di ampia riduzione dell'ingaggio. La svolta a sinistra serviva ben prima, arriverà la prossima estate. Intanto Alex Sandro torna ma sembra solo di passaggio.