Juve, Allegri: '4 punti per Champions. Non lottare per lo scudetto mi fa girare le scatole, infortuni e Coppa Italia...'

Primo match point per la Champions. Questo si giocherà la Juve contro il Venezia, perché in caso di vittoria e contemporaneo passo falso della Roma allora i bianconeri potranno già avere la certezza aritmetica di un posto tra le prime quattro. Di questo e tanto altro parla Max Allegri alla vigilia del match del 1° maggio.

CHAMPIONS - "Intanto dobbiamo tornare alla vittoria nel nostro stadio. Mancano ancora 4 punti alla qualificazione aritmetica, perché a 70 punti sarà così. Affrontiamo una squadra che anche nelle partite che ha perso non hai mai dato segno di disfatta, ha sempre combattuto, restando dentro il match. Noi dobbiamo evitare di prendere gol, li subiamo da quattro. Serve grande rispetto dell'avversario, fa caldo, pensiamo di aver raggiunto l'obiettivo ma così non è, finché non abbiamo certezza aritmetica dobbiamo fare punti"

KEAN - "Non fa mai gol banali i suoi sono sempre decisivi e sono contento, comunque sia a Sassuolo è entrato con lo spirito giusto. Sta bene, son contento di quello che sta facendo"

CAMMINO - "Non ci siamo persi per strada, abbiamo avuto un inizio difficile e poi l'abbiamo più o meno sistemata. Dobbiamo continuare l'anno prossimo il lavoro impostato in questa stagione"

GIOVANI - "Vediamo se ci sarà la possibilità, vediamo chi scenderà in campo. L'anno prossimo? Valutazioni da fare al termine della stagione, seguiamo quotidianamente chi è qui con noi e pure gli altri li valutiamo settimanalmente"

RIGIOCARE - "Se avessi un jolly? Vorrei rigiocare la Champions. Anche se in realtà bisogna fare mente locale per capire come non ripetere gli errori. Ora pensiamo a questi 22 giorni, prima di tutto pensiamo a fare sti 4 punti e poi di giocare al meglio la finale di Coppa Italia"

KLOPP - "Intanto ringrazio Agnelli per le parole spese. Dobbiamo tornare a vincere il prima possibile, quest'anno messo buone basi per lottare fino all'ultimo per lo scudetto, anche perché non lottare per la vittoria del campionato mi fa girare parecchio le scatole. Klopp? Conosco poco ma mi è molto simpatico e mi piace molto, allenatore serio e molto bravo, lavora in un ambiente importante come il Liverpool. La programmazione a lungo termine? In Italia si tende a buttare giù gli allenatori dalla sera alla mattina, stare a lungo sulla stessa panchina credo che sia un vantaggio per la società e per l'allenatore"

INFORTUNI - "Gli infortuni a livello muscolare credo siano stati nella media, quelli fuori a lungo sono stati indisponibili per problemi traumatici. Questo la dice lunga su come si è comportata la squadra, anche nelle difficoltà numeriche che abbiamo avuto i giocatori son stati bravissimi con carattere e voglia"

IL PUNTO - "Arthur è a disposizione. Danilo è stato a riposo due giorni, oggi si è allenato con la squadra, dovrebbe riposare ma domani deve giocare. Fuori De Sciglio, contro il Genoa tornerà Cuadrado, per Locatelli e McKennie speriamo di averli prima della fine del campionato anche se secondo me è difficile. Per fare turnover mirato dovrei giocare a calcetto o 7 contro 7, quindi non abbiamo vantaggi rispetto all'Inter"

TERZO POSTO - "Avrebbe significato importante. A inizio gennaio eravamo in una posizione di classifica brutta, c'è sta una rincorsa...il Napoli fino a ieri era in corsa per lo scudetto"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli