Juve, Allegri ad Agnelli: 'Liberati di Ronaldo'. Incompatibili, c'è il rischio di una convivenza imbarazzante

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Prima che lo mandassero via dalla Juve, nel 2019, Massimiliano Allegri aveva dato questo consiglio ad Andrea Agnelli: "Liberati di Ronaldo, sta bloccando la crescita di squadra e società". La frase, riportata da Repubblica lo scorso 13 aprile, diventa ancora più importante oggi, dopo l'annuncio del ritorno di Allegri in bianconero. E' davvero particolare la storia fra Ronaldo e Allegri, segnata da due passaggi: oltre alle motivazioni economiche legate alla tassazione, e al valore della Juve, la scelta di Ronaldo di accettare l'offerta bianconera, nel 2018, fu determinata anche dalla presenza di Allegri, la cui impostazione di gioco aveva ben impressionato il portoghese nelle sfide in Champions fra Juventus e Real nel 2015, 2017 e 2018. L'addio fra i due, però, dopo una stagione soltanto, fu traumatico, con il gesto rivolto da Ronaldo verso la panchina appena dopo l'eliminazione dalla Champions contro l'Ajax (il senso era chiaro: l'allenatore ha avuto paura). Allegri replicò con un "Ronaldo è deluso, come tutti noi", ma non c'è dubbio che la scelta 'giochista' di puntare su Sarri, voluta da Paratici e Nedved poche settimane dopo, fu orientata anche dalla volontà di Cristiano. E adesso? Le parti possono riconciliarsi? Nell'incontro previsto per giovedì fra Agnelli, Cherubini e Allegri, quale decisione potrebbe essere presa sul cinque volte Pallone d'Oro?

JUVE, ALLEGRI E RONALDO INCOMPATIBILI: E ADESSO COSA SUCCEDE? CONTINUA A LEGGERE...   

GUARDA ANCHE - Chi è Massimiliano Allegri

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli