Juve, Allegri: 'Chiellini, Perin e Dybala titolari. L'anno prossimo pronti per lo scudetto, chi vince è più bravo'

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Così Max Allegri presenta la finale di Coppa Italia in conferenza stampa.

INTER - "Squadra difficile da affrontare ma abbiamo sempre disputato buone partite contro l'Inter. Servirà serenità, lucidità, per fare una bella partita e cercare di portare a casa la Coppa Italia"

FORMAZIONE - "Dubbi? Qualcuno ne ho, domani mattina o domani pomeriggio dovrò sceglierlo. Chiellini gioca sicuro, Perin uguale, gli altri vediamo. Difesa a 3? Con i giocatori che abbiamo possiamo anche cambiare a partita in corso da 4 a 3"

COPPA ITALIA - "Non è ciliegina ma torta. Quando giochi una finale è normale abbia importanza grossa. Noi dobbiamo cercare di vincere"

BILANCIO - "La squadra ha iniziato male la stagione, abbiamo fatto rincorsa e raggiunto risultato importante. Vedremo come cercare di migliorare in vista del prossimo anno. Se domani vinciamo qualcuno di voi dirà che è andata bene, se perdiamo direte che è disastrata. Le nostre valutazioni devono essere diverse"

COSA CONTA - "Noi le partite migliori che abbiamo giocato son state con Inter e Manchester United, le abbiamo perse e la gente ricorda solo il risultato"

PERCORSO - "All'inizio la perdita di Ronaldo a tre giorni dalla fine del mercato non è stata semplice da gestire. Poi abbiamo perso Chiesa, che sarà convocato come McKennie e tutti quanti gli altri. Abbiamo avuto difficoltà, spingere molto sull'acceleratore non è stato semplice. Sapevo che superato il girone di Champions sarebbe iniziata la crescita della squadra, la società ci ha dato grossa mano con Vlahovic, rimonta terminata con la sconfitta con l'Inter che in caso di vittoria ci avrebbe dato grossa spinta. Sono sereno perché l'anno prossimo avremo molte più possibilità per lottare per lo scudetto, per arrivare a marzo nelle migliori condizioni. Ora però testa alla Coppa Italia"

DYBALA - "Gioca. Così siete contenti..."

VLAHOVIC - "Sta facendo bene. Lui è sereno, a volte chiede troppo a se stesso. E' una questione caratteriale, non vuole mai perdere, ha dimostrato già di essere da Juventus poi è qui da tre mesi e può solo migliorare. I numeri a livello di gol sono buono, poi è difficile in Italia fare gol ogni partita, lui è 3-4 partite che non segna. Io sono molto contento di lui, poi se ha la faccia arrabbiata perché non ha fatto gol col Genoa ci sta, significa che ci tiene molto. Infatti sono molto contento di lui"

GIOVANI - "Oltre a Miretti ho portato NIcolussi Caviglia, rientrato dopo un lungo infortunio. L'altro giorno ho visto l'Under 23, raramente mi diverto guardando una partita per intero, invece mi è piaciuta molto. E come proprio l'ho portato con me"

SULL'ALLENARE - "Allenare non è solo tattica, ci sono cose che non sono scritte in un libro: o ce l’hai o non ce l’hai. Ci sono le categorie, quelli che vincono sono più bravi. Poco ma sicuro

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli