Juve, Allegri e rischio esonero: "Discorso divertente"

(Adnkronos) - "Sentivo la mancanza di questi discorsi sull'esonero: come c’è un mezzo risultato, Allegri è in discussione, e questo è divertente. Sono fiducioso su quello che stiamo facendo e su quello che sarà. Con la società parliamo tutti i giorni. Io devo sempre spiegazioni alla società. Dobbiamo rimanere sereni perché possiamo solo migliorare". Lo ha detto il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri nella conferenza alla vigilia della trasferta a Monza.

"Io sono il responsabile. Non sto qua a sindacare perché io sono pratico. Ho mai avuto tutti i giocatori a disposizione? No. La squadra sta facendo bene? Si nelle condizioni in cui siamo. Sono fiducioso su quello che stiamo facendo e su quello che sarà. Poi è normale che i risultati giudicheranno il mio lavoro e quello dello staff", ha aggiunto Allegri che domani "più che una reazione bisogna avere grande rispetto per il Monza che in casa ha sempre giocato bene. Viene dal primo punto in Serie A. Noi dobbiamo giocare con grande attenzione. Dobbiamo migliorare".

"Sul fatto che possa essere stato sbagliato qualcosa a livello di preparazione, il tecnico bianconero ha sottolineato: "Sugli infortuni mi sono fatto dare un report dai dottori. Abbiamo avuto 11 infortuni muscolari rispetto ai 10 dello scorso anno ma con 8 partite in più. Noi siamo sempre in discussione sicuramente abbiamo sbagliato e io ho sbagliato più degli altri. In questi momenti ci vuole lucidità perché se avessimo vinto con il Benfica cosa avremmo detto?". Secondo Allegri inoltre "per dare continuità ad un sistema di gioco bisogna avere i giocatori. Di Maria è fuori dal 20 agosto e a parte Cuadrado che può fare quel ruolo con altre caratteristiche e devo non far sentire la mancanza. Noi dobbiamo migliorare sull'attenzione. A volte sembra che le cose le veda solo io e mi preoccupo per me. Szczesny e Di Maria possono giocare? Sicuramente non ci saranno Locatelli, Rabiot e Alex Sandro. Di Maria gioca dal primo minuto e ho il dubbio tra Kostic e Kean. Devo decidere chi far giocare in difesa. Per noi domani ci sono tre punti fondamentali per passare una buona sosta".

"Se ho l'impressione che ci sia del distacco con la squadra? Una cosa di cui sono certo è che come al solito c'è chi li vede negativi e chi come me no. Se vinciamo io vedo un miglioramento, quando perdiamo sarebbero più facili da vedere. C'è solamente da fare, da giocare. Sono sicuro perché la squadra sta bene. Anche la condizione fisica, dopo il gol preso nel primo tempo abbiamo ripreso a correre. Non abbiamo fatto un contrasto nella zona centrale del campo e abbiamo preso il gol. dobbiamo capire bene il momento del pericolo. Di questi tempi ne ho già passati, più ci piangiamo addosso peggio è", ha proseguito Allegri.

"Abbiamo parlato con la squadra, non possiamo prendere i gol come abbiamo preso. I gol vanno presi perché gli altri sono bravi e non per i nostri errori. Dobbiamo fare una partita intelligente e giusta e attraverso la prestazione portare a casa i tre punti. Bisogna andare avanti con fiducia per prepararsi al campionato e portare avanti questa sfida che sembra impossibile ma non è possibile. Detto questo se ci avessero dato il nostro saremmo in un posizione migliore in classifica. Io non dico di più, ma parlo del nostro", ha concluso il tecnico della Juve.