Juve: Allegri rilancia Kulusevski ma non lo toglie dal mercato, ecco le offerte dalla Premier

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Massimiliano Allegri
    Allenatore di calcio ed ex calciatore italiano

Se qualcosa va benino, poi Max Allegri tende a confermarla. Per esempio, contro il Genoa, dovrebbe restare titolare Dejan Kulusevski salvo cambi di rotta delle prossime ore e messaggi da decifrare del tecnico in conferenza stampa (alle 14). Non cambiano però per questo le valutazioni sul lungo periodo sue e della Juve. E a tale proposito la situazione di Kulusevski si è completamente ribaltata in pochi mesi. Da incedibile e uomo su cui ricostruire la Juve insieme a Federico Chiesa sotto la gestione di Andrea Pirlo con Fabio Paratici al timone dell'area sportiva, a elemento sacrificabile sull'altare del mercato con lo stesso Allegri e la nuova triade Nedved-Arrivabene-Cherubini. D'altronde l'attuale tecnico ha usato lo svedese davvero col contagocce, appena tre presenze da titolare e poi solo tanti spezzoni. Ora più per forza che per scelta Allegri dovrebbe confermare il 4-2-3-1 visto a Salerno, la convivenza tra Kulusevski e Dybala si è resa possibile e dovendo pensare solo alla giornata ecco che col Genoa si rivedrà lo svedese. Che nel frattempo resta sul mercato.

SI MUOVE LA PREMIER – Infatti proseguono i contatti soprattutto con i club di Premier. Alla Juve serve, ora più che mai, anche una cessione importante. I bianconeri non possono limitarsi a fare spazio nel monte ingaggi, tutte le incertezze dell'ultimo periodo amplificano la necessità di fare cassa anche (ma non solo) per sbloccare il mercato in entrata. Sia che si tratti di puntare a un colpo grosso (vedi Dusan Vlahovic), sia che si pensi solo a colmare i buchi non più rattoppabili. Allora la Juve e il suo agente Alessandro Lucci prendono nota dell'interesse anche di Tottenham e Arsenal, per quanto al momento siano arrivate richieste di informazione solo per dei prestiti con opzione di riscatto: la Juve ancora non dice no ma non dice nemmeno di sì, l'obiettivo è quello di monetizzare almeno 35 milioni di euro, solo davanti a garanzie di riscatto potrebbero aprire a questa ipotesi. Mentre il giocatore sembra proprio aver accettato l'idea di cambiare già aria, è ambizioso e sente di poter (dover) giocare molto di più di quanto non sia successo in questa stagione.

Segui la Serie A TIM su DAZN. Attiva ora

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli