Juve, altra fumata grigia per Pjanic. Ma con Ramadani si guarda al futuro: l'obiettivo per il 2022 è Vlahovic

·1 minuto per la lettura

Miralem Pjanic ha provato fino all'ultimo a tornare alla Juve, ancora nelle prossime ore il suo agente Fali Ramadani proverà a far cambiare idea al club bianconero. Nonostante tutti i limiti emersi ulteriormente nell'avvio di campionato, la strategia resta molto rigida: non si compra senza aver ceduto prima, in ogni caso meglio (molto meglio) evitare ingaggi anche al prezzo di saldo di elementi over 30. Quindi ancora stamattina è arrivato un altro “no, grazie” a Ramadani per Pjanic, che pure si sarebbe di fatto dimezzato l'ingaggio pur di tornare a Torino, con il Barcellona pronto a regalarlo in prestito anche per due stagioni. Resta mezza giornata per trovare gli argomenti giusti, la situazione è ribaltata, è il giocatore a spingere e il club bianconero da convincere, nessuna sorpresa è mai da escludere in ogni caso.

Gioca a Magic e sfida i migliori fantallenatori nel fantatorneo Nazionale de La Gazzetta Dello Sport. In palio più di 1.000 premi. Attivati

E VLAHOVIC... - Ma con Ramadani non si è parlato solo di Pjanic, oggi e negli scorsi giorni. La Juve infatti nel dover affrontare il post-Ronaldo sembra guardare più alla prossima stagione che a quella attuale. Il lavoro di Federico Cherubini in tal senso sta servendo alla Juve per provare a crearsi e consolidare una pole position nella corsa a Dusan Vlahovic. Il centravanti serbo deve ancora rinnovare con la Fiorentina, incedibile per questa estate potrà invece essere lasciato libero per accasarsi al miglior offerente l'anno prossimo. E la Juve deve già voltare pagina.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli