Juve, anche il Pjanic-bis si avvicina: le condizioni per il colpo di ritorno e cosa manca

·2 minuto per la lettura

La Juve va avanti a oltranza per Manuel Locatelli. Ma non molla di sicuro l'idea di riportare alla base Miralem Pjanic. Un'idea nata soprattutto dalla volontà del regista bosniaco di tornare a casa, il ritorno di Max Allegri ha spazzato ogni dubbio riguardo al fatto che la Torino bianconera possa essere la soluzione ideale per tornare grande. Il rapporto col Barcellona è finito prima di cominciare, il feeling con Ronald Koeman non è mai nato e la conferma del tecnico olandese ha da subito convinto Pjanic a chiedere la cessione. Ipotesi tra l'altro accettata dal club blaugrana, che dopo aver atteso senza successo offerte per la cessione dell'ex bianconero, ha inserito Pjanic nella lista dei giocatori liberi di andare altrove pur di far spazio a bilancio per il nuovo contratto di Leo Messi: la famosa “carta de libertad” può trasformarsi in una risoluzione consensuale o in un prestito, con la sola condizione di non dover scucire un solo euro di buonuscita o pagamento parziale dell'ingaggio. Con questi termini, il mercato attorno a Pjanic si è infiammato: dalla Premier all'Italia e non solo, prima è stato l'entourage del giocatore a proporlo e poi sono fioccate le proposte. Ma quando si è riaperta la pista Juve, per Pjanic tutto il resto rappresenta un'alternativa da mettere in pausa fino a quando ci saranno spiragli per il ritorno.

LA SITUAZIONE – Contatti diretti anche con Allegri, che accoglierebbe Pjanic insieme a Manuel Locatelli per completare la ristrutturazione del centrocampo. Anche con queste condizioni da saldo, per di più per un giocatore che all'interno dell'operazione Arthur è stato valutato appena un anno fa 60 milioni più 5 di bonus, la Juve deve in ogni caso essere prudente. E fino a quando non riuscirà a fare posto in organico, magari dando via Aaron Ramsey, non potrà affondare il colpo. Anche se i segnali di avvicinamento non mancano e si intensificano sempre più, ora forse non è il momento ma a breve la Juve potrà comunque regalare Pjanic ad Allegri per poi cercare di fare ordine successivamente, anche considerando il lungo infortunio di Arthur. Insomma, il Pjanic-bis si può davvero fare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli