Juve, Arthur perde il numero ma costa troppo: ora il rischio è quello di un Ramsey-bis

Non è lui che blocca Paredes, ma rischia lo stesso di rimanere bloccato a Torino: Arthur è ormai ai margini della Juventus, tanto che la sua maglia numero 5 è stata rilevata da Manuel Locatelli. Gentile concessione o segno che ormai il brasiliano è un giocatore bianconero solo sulla carta? Probabilmente la seconda, ma la cessione è effettivamente difficilissima. CHE DILEMMA – Un po’ perché dopo un paio di stagioni opache, soprattutto l’ultima, non è che ci sia la fila per il regista, un po’ perché guadagna la bellezza di 5 milioni di euro l’anno e non intende rinunciare a un centesimo, come suo diritto: il Valencia, per bocca di Gattuso, si è tirato fuori perché non ha le risorse per completare l’operazione. La Juventus è scesa a patti con l’idea di partecipare all’ingaggio, ma non vorrebbe andare oltre il 50%. Servono comunque 2,5 milioni, e non è facile trovare una squadra disposta a garantirli. COME RAMSEY – In questo senso, l’obiettivo sarebbe evitare che si ripeta l’epilogo del rapporto con Aaron Ramsey, che scacciava letteralmente le pretendenti con il suo alto salario e dopo mesi tra prestiti stentati e margini della rosa è arrivato ad ottenere rescissione e buonuscita. Ci sono ancora due settimane e mezza per trovare una soluzione…