Juve, attenta: fra Raspadori e il Dybala del 2015 non c'è confronto, stravince la Joya

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Per la sostituzione di Paulo Dybala, la Juventus sta pensando, fra gli altri, anche a Giacomo Raspadori, attaccante del Sassuolo e della Nazionale. Del numero 18 neroverde, e del confronto a distanza con Dybala, ieri ha parlato l'ad del club emiliano, Giovanni Carnevali: "Raspadori ha detto che gli piace giocare nel ruolo di Dybala? Non vuol dire che vuole essere il suo sostituto. Dobbiamo fare i complimenti a Dionisi che lo ha impiegato in quella zona di campo. Sicuramente è un ottimo prospetto".

NUMERI A CONFRONTO - Al di là delle eventuali affinità tecniche e tattiche, un confronto fra i numeri ci dice che fra l'attuale Raspadori, 22 anni compiuti il 18 febbraio, e il Dybala 22enne del 2015, c'è una distanza importante. A 22 anni già compiuti, Raspadori ha un bilancio di 75 partite e 17 gol fra Serie A e Coppa Italia, sempre con il Sassuolo, a partire dalla stagione 2018-19. Quando Dybala (classe 1993) arrivò alla Juve nell'estate 2015 non aveva ancora compiuto 22 anni (li avrebbe festeggiati il 15 novembre, dopo pochi mesi a Torino). Il non ancora 22enne Dybala arrivava però alla Juve con uno score di 93 partite e 21 reti con il Palermo (due stagioni in A intervallate da una in B), oltre a 40 gare e 17 gol con la maglia dell'Instituto di Cordoba nella stagione 2011-12 nella serie B argentina.

CAUTELA - Numeri diversi quindi (75 partite e 17 gol per Raspadori a 22 anni già compiuti, contro 133 partite e 38 gol per Dybala a 22 anni non ancora compiuti), numeri che non spiegano tutto, e che non precludono certo a Raspadori un futuro glorioso, magari proprio alla Juve, ma che inducono comunque noi a usare molta cautela nei paragoni. E la Juve a riflettere bene prima di fare la sua scelta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli