Juve-Benevento, le pagelle di CM: Arthur serve l'assist a Gaich, ma il peggiore è Pirlo. Capolavoro Inzaghi

Nicola Balice, inviato a Torino
·2 minuto per la lettura

Peggio che col Porto per certi versi, la figuraccia della Juve è servita. Non si salva nessuno, mentre il Benevento lotta e trova in Barba, Tuia, Caldirola, Hetemaj e Gaich dei leoni indomabili. Queste le pagelle di Calciomercato.com.

Juventus-Benevento 0-1

Juventus

Szczesny 5,5: qualche incomprensione in uscita, sul gol è il meno colpevole. Danilo 5: deve farsi vedere più che altro nella metà campo avversaria, non sempre lucido ed efficace. Resta a guardare mentre Gaich intercetta il pallone di Arthur. Bonucci 5: impreciso nei tempi dell'uscita e persino con la palla tra i piedi De Ligt 5,5: anche lui ha vissuto partenze migliori ma finisce per tenere da solo la difesa della Juve Bernardeschi 4,5: praticamente sbaglia tutto. Kulusevski 4,5: quanti tempi di gioco persi per un tocco di troppo o per spostarsi la palla sul sinistro. Arthur 4: costretto anche a fare la guerra, comunque non si tira indietro. Poi però crolla in fase di impostazione, il suo forte, regalando a Gaich la palla dello 0-1 (28' st Bentancur 6: almeno mette ordine) Rabiot 5: a zonzo per il campo (28' st McKennie 6: ancora solo per uno spezzone, in questa fase non ne ha di più). Chiesa 5,5: oggi più confuso che deciso, resta Morata 4,5: un'occasione tutto sommato sprecata, patisce la marcatura ospite e nella ripresa sparisce. Ronaldo 5: si costruisce un'occasione in partenza, si vede annullare un gol per fuorigioco, alla fine è comunque l'unico a rendersi pericoloso.

All. Pirlo 4: una settimana tra una partita e l'altra, questo è il risultato. Un punto tra andata e ritorno col Benevento, un altro gol regalato, ancora zero dichiarazioni di autocritica.

Benevento

Montipò 7: forse graziato quando si trascina fuori area il pallone che trattiene, non sempre stilisticamente perfetto ma comunque efficace. Improta 6,5: non è una missione facile avere a che fare con Chiesa, lo affronta senza paura Tuia 7: subito ammonito, non si fa condizionare. Barba 7: guida la difesa, con personalità. Caldirola 7: la squalifica di Glik gli regala la maglia da titolare, in crescita. Foulon 5,5: in affanno anche quando non sembra sotto pressione (28' st Tello 6: ex di turno, si unisce alla lotta). Hetemaj 7: corre per tutti, lotta per tutti, fa pure un tunnel a Morata (38' st Dabo sv) Viola 6,5: qualche errore di troppo in fase di impostazione ma leader vero. Ionita 6,5: si fa sentire nella doppia fase. Lapadula 6: spina nel fianco, spreca qualche ripartenza di troppo (28' st Caprari 6) Gaich 7: un prospetto molto interessante, mette in seria difficoltà sia Bonucci che De Ligt, approfitta nel migliore dei modi del regalo di Arthur (38' st Di Serio sv).

All. Inzaghi 7,5: un capolavoro, senza fare chissà cosa schiera un Benevento che arriva allo Stadium se la gioca a testa alta e vince. Meritatamente.