Juve cala poker, CR7 torna e fa doppietta

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Dopo due pareggi di fila, la Juventus trova la vittoria 4-1 a Cesena contro lo Spezia grazie al ritorno in campo di Cristiano Ronaldo. Il fenomeno portoghese entra nel secondo tempo e dopo tre minuti trova il gol che riporta avanti la Juve, dopo le reti di Morata e Pobega nel primo tempo. Poi ci pensa Rabiot a firmare il tris per la squadra bianconera, con il portoghese che cala il poker con un cucchiaio su calcio di rigore.

Andrea Pirlo tiene in panchina Ronaldo, finalmente negativo al Covid, e risponde col 3-5-2 con Dybala e Morata in attacco. Cuadrado e Chiesa sugli esterni con Bentancur, Arthur e McKennie in mezzo al campo. In porta ci va Buffon, in difesa Demiral, Bonucci e Danilo. Mentre Italiano schiera un 4-3-3 con Verde, Nzola e Farias in attacco. A centrocampo Bartolomei, Ricci e Pobega. Ferrer e Bastoni esterni bassi con Chabot e Terzi a difesa di Provedel.

La Juve parte a spron battuto e all'11' Dybala spreca con un sinistro a giro in area, viene fischiato un offside che però non c'era. Al 15' bianconeri in vantaggio: Danilo imbuca in area per McKennie che non tira ma serve Morata che segna. Fuorigioco per il guardalinee, ma il controllo del Var questa volta convalida la rete allo spagnolo. Lo Spezia non riesce a trovare le giuste contromisure e al 19' ottima palla di Morata per Chiesa che spreca calciando sul fondo.

Pochi minuti e Morata raddoppia, ma questa volta c'è offside. Il primo pericolo alla porta di Buffon arriva al 31', con l'inserimento di Nzola che poi scivola, sfera quindi al limite e tiro di Ricci che termina sul fondo, ma passano due minuti e lo Spezia pareggia: al 33' Bartolomei in area serve al limite Pobega che conclude e con la deviazione di Demiral batte Buffon per l'1-1. Sul finire della prima frazione ancora Juve vicina al gol: Morata se ne va a sinistra, entra in area e effettua un cross basso ma McKennie viene anticipato da Chabot.

Ad inizio ripresa la Juve non riesce ad incidere e Pirlo al 56' inserisce Ronaldo. Passano tre minuti e il portoghese va in gol. Assist di Morata che smarca in area Cr7 che dribbla il portiere e appoggia in gol il pallone del 2-1 al 59'. Lo Spezia reagisce e Agudelo segna sulla respinta di Buffon dopo un colpo di testa di Chabot, ma in posizione di offside.

Al 68' però la Juve chiude la gara: lancio per Rabiot che penetra in area, si porta la palla sul destro e insacca sul primo palo. La squadra di Italiano accusa il colpo e subisce il poker al 76': Chiesa se ne va in area e viene toccato da Bartolomei, per Abisso è rigore. Sul dischetto va Ronaldo che con lo scavetto fa 4-1.